Politica / Regione

Commenta Stampa

Martusciello: “Rivogliamo i nostri giovani”

Campania: al via il progetto ‘Camback’

Una legge regionale sul rientro dei talenti

.

Campania: al via il progetto ‘Camback’
09/01/2013, 12:54

NAPOLI – La Regione Campania torna ad occuparsi dell’emorragia di talenti che il territorio sta subendo in questi ultimi decenni, ed in particolare in questi anni di profonda crisi economica che mortifica le professionalità di tanti giovani costretti, loro malgrado, ad abbandonare famiglia ed affetti per cercare fortuna altrove. Su questo disagio sociale scende nuovamente in campo l’esecutivo con il progetto “Camback”, fortemente voluto da Fulvio Martusciello, delegato regionale alle Attività Produttive e allo Sviluppo Economico. “Puntiamo a Legge Regionale per ritorno dei giovani nella nostra regione”, con queste parole Martusciello inaugura una nuova stagione di concretezza che dovrebbe garantire una sostanziale riqualificazione non solo del mercato del lavoro ma anche dei servizi resi alla società. Il fenomeno migratorio è noto e riguarda non solo l’impossibilità di un sistemazione dignitosa, ma anche il modus operandi di generazioni vissute all'ombra della depressione meridionale. Sulla scorta di questi dati Palazzo S. Lucia ha affidato al consigliere Martusciello l’individuazione di strategie atte a rendere possibile un rientro di giovani talentuosi per dare al territorio quella spinta di cui ha bisogno.  Il progetto, promosso dalla Regione Campania attraverso Campania Innovazione, Agenzia Regionale per la promozione della Ricerca e dell’Innovazione, avvia in collaborazione con enti, imprese, università, associazioni e singole persone, un processo partecipativo e consultivo dedicato alla comprensione del fenomeno per delineare azioni strategiche di politica regionale e nazionale che favoriscano il rientro dei talenti, attualmente scoraggiati dalle difficili condizioni socioeconomiche. Secondo il rapporto Migrantes “Italiani nel Mondo” sono circa 5mila i giovani neo laureati che lasciano il territorio regionale ogni anno ed hanno tra i 25 e i 35 anni. A fronte di questa circostanza anche in Campania viene segnalata l’indagine conoscitiva già sperimentata in Lombardia, Piemonte ed Umbria che  nasce dalla collaborazione con Italents (www.italents.org) e Controesodo (www.controesodo.it), ideatori dell'iniziativa. Invitati a partecipare all'indagine studenti e lavoratori campani attualmente all’estero, ma anche chi, invece, ha scelto di ritornare in patria. L’adesione all’iniziativa è possibile compilando il questionario disponibile sul sito web di Campania Innovazione (www.agenziacampaniainnovazione.it). A spiegare il progetto è proprio il delegato regionale Fulvio Martusciello che ha sottolineato come: “L’identità culturale di una regione non va dispersa, ma rimarcata e valorizzata. È il valore aggiunto che può fare la differenza”. Martusciello ha poi concluso rimarcando: “Specializzarsi e fare esperienze lavorative all’estero è fondamentale. Poi però è importante anche tornare nel proprio territorio per innovarlo. Sulla base dei dati raccolti da CAMBACK, il nostro obiettivo è quello di arrivare all’approvazione di una legge regionale che favorisca il rientro di giovani talenti nella nostra regione e li scoraggi ad abbandonarla attraverso un processo di innovazione che renda protagonisti i giovani”. 

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©