Politica / Regione

Commenta Stampa

Campania: approvata proposta legge su violenza di genere


Campania: approvata proposta legge su violenza di genere
20/10/2010, 16:10


NAPOLI - La VI Commissione Consiliare Permanente, presieduta dalla Vice presidente Monica Paolino (in sostituzione della Presidente Antonia Ruggiero), ha approvato all’unanimità la proposta di legge, a firma di tutte le Consigliere, “Misure di prevenzione e di contrasto alla violenza di genere”. La proposta di legge, che si colloca nel solco, rendendola più attuale, della legge regionale 11/2005, che ha reso la Campania prima Regione in Italia a dotarsi di una normativa antiviolenza per le donne, è finalizzata a mettere in campo misure di prevenzione e di contrasto alla violenza di genere, interventi di sostegno a favore delle donne colpite da atti di violenza, tra cui la necessaria assistenza per la richiesta di risarcimento alla Autorità giudiziaria, campagne di comunicazione sociale e sensibilizzazione contro la violenza di genere. La proposta di legge istituisce i Centri Antiviolenza e le Case di Accoglienza per donne maltrattate che operano in ciascun ambito territoriale e sono finalizzate a fornire il supporto materiale e morale alle vittime di violenza; si prevedono, inoltre, l’attivazione da parte della Regione di programmi rieducativi per gli autori dei maltrattamenti e corsi di formazione rivolti agli operatori degli ambiti territoriali. Agli oneri derivanti dalla attuazione della proposta di legge, che dovrà essere sottoposto al voto del Consiglio, si fa fronte, per l’anno in corso, con le risorse già appostate ai sensi della legge 11/2005 e, per gli anni successivi, con risorse regionali, comunitarie e statali e con successivi appostamenti di bilancio. Ai lavori della Commissione hanno preso parte le Consigliere Sandra Lonardo (Popolari per il Sud-Udeur), Eva Longo e Daniela Nugnes (oltre alla Presidente e Vice presidente, Ruggiero e Paolino) del PdL, Angela Cortese e Rosa D’Amelio (Pd), che hanno proposto alcuni emendamenti approvati dalla Commissione, Anita Sala (IdV), che, con le sue proposte emendative, ha sottolineato la prosecuzione tra la proposta di legge approvata dalla Commissione e la precedente 11/2005, che fu frutto dell’impegno della Consulta regionale femminile e del voto unanime dell’Assemblea legislativa della legislatura precedente. Ai lavori hanno preso parte anche i consiglieri Gennaro Mucciolo (Pse), Ettore Zecchino (AdC-Dc) e Carmine Sommese, presidente del Gruppo misto ed esponente di Alleanza di Popolo. “Ho lavorato intensamente a questa proposta di legge nell’ambito della sottocommissione che è stata costituita per approfondire e snellire l’esame del provvedimento – ha sottolineato Sommese - e sono certo che essa potrà essere uno strumento importante per prevenire e contrastare l’odioso fenomeno della violenza di genere. Auspico che il Consiglio possa approvarla in tempi rapidi e che possa essere applicata nella pienezza dei suoi strumenti operativi anche al fine di valutarne, anche attraverso la costituzione di un osservatorio regionali, il concreto impatto sul territorio”. Nella seduta odierna, la Commissione ha anche istituito un Comitato ristretto che approfondirà le proposte di legge unificate, a firma dell’ex Presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo, e del consigliere del Pd, Nicola Caputo, per favorire le adozioni internazionali. Infine, l’esame della proposta di legge dei consiglieri del Pd, Angela Cortese e Corrado Gabriele, per la qualità dell’istruzione scolastica e per il paino straordinario per il personale docente e non docente precario, è stato rinviato alla prossima settimana anche per consentire alla Commissione di ascoltare, sul tema, l’assessore regionale Cenerina Miraglia, attesa presso la sede consiliare giovedì prossimo.

Commenta Stampa
di Regione
Riproduzione riservata ©