Politica / Regione

Commenta Stampa

Campania, assessore Romano: "7 milioni per la riduzione dei rifiuti"


Campania, assessore Romano: '7 milioni per la riduzione dei rifiuti'
03/01/2012, 16:01

L’Assessorato all’Ambiente della Regione Campania ha stanziato 7 milioni di euro per promuovere la riduzione dei rifiuti.

"Le risorse – sottolinea l’assessore Giovanni Romano - sono state assegnate, con un apposito decreto, alle 5 province della Campania (che dovranno provvedere ad emanare appositi bandi diretti ai Comuni), in base alla popolazione residente: 3 milioni e 50mila euro alla provincia di Napoli, 1 milione 593mila a quella di Salerno, 1 milione 316mila euro a quella di Caserta, 630mila euro alla Provincia di Avellino e 413mila euro a quella sannita.

“Si tratta di un primo stanziamento in attesa del Piano di minimizzazione dei rifiuti, la cui procedura è stata avviata la scorsa settimana. Le risorse assegnate consentiranno di adottare e incentivare metodologie e strumenti atti a ridurre la produzione di rifiuti, attraverso l'uso di materiali riutilizzabili, l'impiego di materiali e prodotti derivanti da riciclo, l'utilizzo di contenitori di toner e di inchiostro, lo sviluppo degli "acquisti verdi” (green public procurement), l'attivazione di <case dell'acqua>, l'utilizzo di penne e batterie ricaricabili, oltre che l'incentivazione della pratica di compostaggio domestico degli scarti alimentari e di giardinaggio e la divulgazione di campagne di educazione ambientale finalizzate alla riduzione dei rifiuti, con particolare riferimento agli imballaggi ingombranti e non riutilizzabili.

“Potranno essere attivate - conclude Romano - anche campagne formative ed educative rivolte ai cittadini, a partire dalle scuole, e finanziati piani per l'offerta formativa per favorire la riduzione dei rifiuti. Parte così una attività fondamentale nell'ambito del Ciclo dei rifiuti, che si affianca a quelle dedicate al sostegno della raccolta differenziata. Con questo strumento la Regione prosegue sulla strada tracciata dal presidente Caldoro di sostenere le azioni concrete delle amministrazioni locali per trasformare definitivamente le criticità del ciclo dei rifiuti in opportunità di crescita e sviluppo di nuovi livelli occupazionali.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©