Politica / Regione

Commenta Stampa

Campania, Consiglio regionale approva incompatibilità consiglieri Muro e Giacobbe


Campania, Consiglio regionale approva incompatibilità consiglieri Muro e Giacobbe
23/09/2009, 13:09


Nella seduta in corso, il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Sandra Lonardo, ha approvato le deliberazioni di incompatibilità del consigliere regionale Luigi Muro (PdL), in quanto assessore della Provincia di Napoli, e del consigliere regionale Pasquale Giacobbe (PdL), in quanto Sindaco di Pozzuoli.
Il Consiglio ha, poi, iniziato il dibattito sulla situazione dei precari della scuola in Campania che si concluderà con l’approvazione di un Ordine del Giorno, frutto del lavoro del Presidente del Consiglio regionale, della Conferenza dei Capigruppo, della VI Commissione, della Giunta regionale e della Direzione Scolastica Regionale, finalizzato ad una serie di interventi volti a contenere l’impatto in Campania dei tagli disposti dalla riforma nazionale.
Il Presidente Lonardo, che è stata tra i primi rappresentanti istituzionali ad attivarsi per far fronte ai tagli nella scuola, ha ricordato che presso la Commissione competente è all’esame la proposta di legge (a firma del consigliere del Pd Luigi Anzalone) per prevedere uno specifico stanziamento economico della Regione Campania al fine di far fronte ai tagli occupazionali e di rilanciare la qualità del sistema educativo. Il presidente della Commissione Istruzione, Cultura e Politiche sociali, Francesco Casillo (Pd), ha ricordato “l’importanza dell’intervento della Regione Campania che, attraverso un accordo firmato con il Ministero dell’Istruzione, ha messo a disposizione venti milioni di euro per migliorare l’offerta formativa e integrare il reddito del personale docente e non docente che rimarrà fuori dalla scuola. A completamento e a rafforzamento di questo percorso – ha proseguito Casillo – la Commissione, nell’ambito di una forte collaborazione istituzionale e con le categorie interessate, ha approvato un Ordine del Giorno finalizzato ad una serie di interventi volti a modificare in senso migliorativo il decreto Gelmini”.
Il consigliere Anzalone ha, poi, illustrato i contenuti della sua proposta di legge premettendo che “l’attacco del Governo alla scuola è mortale e tende non solo a penalizzare il personale precario ma anche ad abbassare il livello dell’offerta formativa. La mia proposta di legge – ha proseguito Anzalone – tende alla valorizzazione del personale precario anche attraverso progetti formativi rivolti alle persone in stato di detenzione; auspico che il Consiglio regionale possa proseguire i suoi lavori con la massima collaborazione per approvare la proposta di legge”.
“L’obiettivo che dobbiamo raggiungere stamani è quello di alleviare il peso della riforma della scuola che è stata determinata da una situazione contingente e sulla base delle decisioni assunte dai Governi precedenti” – ha sottolineato il rappresentante dell’opposizione Francesco D’Ercole. “Al di là degli infondati attacchi al Governo e al Ministro Gelmini da parte del consigliere Anzalone, la nostra opposizione responsabile vuole contribuire con determinazione per andare incontro al personale docente e non docente precario della scuola campana, approvando l’ordine del giorno e anche andando oltre, nonostante i pochi mesi restanti di legislatura, ed esaminando le proposte di legge sulla scuola”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©