Politica / Regione

Commenta Stampa

Nel disegno di legge misure per il rilancio dell'economia

Campania: giunta approva collegato alla Finanziaria


Campania: giunta approva collegato alla Finanziaria
01/01/2014, 17:39

NAPOLI - Tempi certi per il pagamento delle imprese, rilancio e sviluppo dell'economia, incentivi per le attività turistiche. Sono alcuni dei provvedimenti contenuti nel collegato alla finanziaria 2014 approvato dalla giunta regionale della Campania che ora passerà al vaglio del Consiglio regionale. Il disegno di legge prevede misure urgenti anche in materia di semplificazione dei procedimenti amministrativi, di riordino ordinamentale e organizzativo. L'obiettivo è quello di procedere ad un' azione di stimolo e di sostegno alla ripresa economico-sociale del territorio campano. Obiettivi che vengono perseguiti attraverso le seguenti misure: * Pagamenti alle imprese Si prevedono tempi precisi di pagamento a favore delle imprese nell'ambito delle transazioni commerciali con la Regione * Rilancio e sviluppo dell'Economia Con tali misure si dispone l'accelerazione delle procedure di spesa sui fondi aggiuntivi comunitari e nazionali (FESR, FSE, PAC, FSC e FSR). * Riqualificazione energetica, internazionalizzazione del sistema regionale delle imprese e 'Desk- regionale Campania' per l'attrazione degli investimenti. Il testo del provvedimento prevede disposizioni specifiche in materia di riqualificazione energetica e di rafforzamento della rete elettrica regionale. Il disegno di legge dispone infine il riordino della disciplina per le concessioni delle acque minerali e termali. * Procedimenti amministrativi in materia ambientale Il provvedimento dispone termini certi per la conclusione dei procedimenti amministrativi in materia di tutela ambientale. * Misure di semplificazione delle procedure amministrative in favore dei cittadini La disposizione, attraverso la realizzazione di un sito internet denominato "Campania Semplice", è teso a creare uno strumento di consultazione permanente con i cittadini e le imprese.  * Incentivazione delle attività turistico balneari Si prevede la liberalizzazione degli orari delle attività commerciali per lo svolgimento delle attività accessorie degli stabilimenti balneari quali, ad esempio, l'esercizio di somministrazione di alimenti e bevande, e gli intrattenimenti musicali e danzanti. * Misure di riconversione del patrimonio industriale e produttivo nel settore agrituristico Il testo prevede che ai comuni è conferita la facoltà di autorizzare, con rilascio dei relativi permessi a costruire, interventi finalizzati al recupero ed al riutilizzo di complessi industriali e produttivi dimessi.  * Disposizioni in materia di trasporto pubblico locale e sistemi di mobilità L'intervento è finalizzato ad armonizzare la normativa regionale alla normativa statale di settore che impone un adeguamento del monitoraggio e del controllo dell'esercizio dei servizi di trasporto pubblico locale (Tpl).  * Valorizzazione del patrimonio dell'imprenditoria agricola Si prevede la proroga del termine per l'attuazione delle norme relative alla regolarizzazione degli impianti serricoli funzionali allo sviluppo delle attività agricole.  * Dismissione del patrimonio immobiliare regionale Si prevedono procedure semplificate per la dismissione del patrimonio immobiliare regionale disponibile mediante la sottoscrizione di un protocollo di intesa con la Cassa depositi e prestiti. * Diritto allo studio universitario Il testo del provvedimento istituisce l'Azienda unica per il diritto allo studio universitario della Regione Campania (Adisurc), quale azienda strumentale della Regione.  * Edilizia residenziale pubblica e trasformazione degli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) in Azienda Regionale per l'Edilizia Sociale (Ares). Il provvedimento mira a superare gli aspetti critici del sistema di gestione dell'edilizia residenziale pubblica (ERP) in Campania.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©