Politica / Regione

Commenta Stampa

Campania: in question time budget salute e Metrocampania


Campania: in question time budget salute e Metrocampania
30/06/2010, 14:06


NAPOLI - Budget della salute per la Regione Campania, consulenze e incarichi tecnici e legali della Metrocampania Nordest e gli interventi in seguito al crollo di una palazzina a Torre del Greco, in provincia di Napoli, avvenuto lo scorso 27 maggio, sono stati gli argomenti del questione time del Consiglio della Regione Campania. A porre l'interrogazione a risposta immediata sulla metodologia dei Ptri - budget di Salute in Regione Campania il consigliere Gennaro Oliviero del Pse, in riferimento anche all'estensione della metodologia adottata dalla ex Asl Caserta. "La metodologia dell'azienda non contrasta con gli indirizzi della Regione Campania - ha risposto l'assessore al Lavoro e alla formazione Severino Nappi - Alla ex Asl Ce 2 non è stato richiesto di rivedere la metodologia perché sono sempre stati approvati i Programmi delle attività territoriali (Pat) sociosanitari". Per l'estensione della metodologia anche ad altre strutture sanitarie, Nappi ha sottolineato che ogni azienda sanitaria rappresenta "territori, organizzazioni, risorse economiche e umane, offerte e domanda di servizi" che sono differenti gli uni dagli altri "al punto da non poter replicare il modello senza rischiare di stravolgere il precario equilibrio raggiunto osservando il quadro normativo di riferimento". La questione della società Metrocampania nordest e della "scarsa efficienza" dei servizi è stata l'interrogazione posta da Luca Colasanto del Pdl. "Le carrozze sono vecchie, i disagi numerosi e diventa difficile spostarsi da Benevento a Napoli con la Metrocampania Nordest - ha affermato Colasanto - Nonostante il rigore chiesto nei conti, la società presta poca attenzione all'uso dei fondi e spende risorse per comprare opere d'arte per abbellire le stazioni e continua ad affidare incarichi di consulenza tecnica e legale". A rispondere ancora una volta l'assessore Nappi che dice: "L'assessore ai Trasporti
Sergio Vetrella ha già disposto delle verifiche sia per l'Eav sia per la Metrocampania Nordest". Sul primo punto, sono in fase di accertamento i bilanci della holding e delle aziende che ne fanno parte, così da individuare eventuali sprechi e tagliare i costi. Sull'eventualità che Metrocampania abbia continuato ad affidare incarichi e consulenze, nonostante quanto disposto da Caldoro, con una nota del 24 giugno scorso con la quale si invita a revocare gli incarichi e i contratti a partire dal 31 luglio 2009, Nappi ha ribadito che il termine di scadenza per le revoche è fissato al prossimo 7 luglio quando "gli amministratori delle società interessate, dovranno presentare una relazione delle decisioni che sono state assunte". La vicenda del crollo della palazzina privata di Torre del Greco è stata posta da Anita Scala, consigliere di Idv. In quella occasione, la Regione Campania, fa sapere Edoardo Cosenza, assessore ai Lavori pubblici, diede al Comune di Torre del greco la disponibilità "all'eventuale impiego di volontari, ma fu comunicato che non se ne ravvisava la necessità per il dispiegamento delle forze già messe in campo". La competenza a intervenire, in ogni caso, ribadisce Cosenza, è del Comune di Torre del Greco e non della Regione. Ciò nonostante, spiega l'assessore, "nel caso in cui il Comune ne faccia richiesta, gli uffici regionali sono pronti a supportare un'azione tecnica di verifica". "Come Regione - ha concluso - si possono sviluppare attività programmatiche di supporto ai Comuni con i Piani urbanistici, ma non si possono esercitare azioni dirette per la manutenzione di edifici privati e non pubblici".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©