Politica / Regione

Commenta Stampa

Soddisfazione degli assessori Taglialatela e Cosenza

Campania: Piano casa, da giunta si a ddl per modifica


.

Campania: Piano casa, da giunta si a ddl per modifica
19/06/2010, 11:06


NAPOLI - La giunta regionale della Campania ha approvato oggi il disegno di legge di modifica della legge regionale con la quale nel dicembre scorso è stato varato il cosiddetto "piano casa". Tre le novità sostanziali previste. La prima è il riconoscimento di un bonus in volumetria - circa il 35 per cento in più - per quanti lasceranno le proprie case realizzate in aree a rischio idrogeologico e sismico e andranno a costruire in aree sicure. La seconda è la delocalizzazione di fabbriche  inquinanti che si trovano nell'ambito della cinta urbana. Queste strutture - a patto che si mantengano i livelli occupazionali - potranno essere convertite in abitazioni, in modo così da sostenere un percorso di riqualificazione urbana. Sarà possibile anche valorizzare le aree dismesse. La terza: l'avvio di un processo di semplificazione delle procedure. Il disegno di legge - che ovviamente dovrà passare all'esame del consiglio regionale - è stato presentato oggi dal presidente della Giunta regionale, Stefano Caldoro, e dagli assessori all'Urbanistica, Marcello Taglialatela, e alla Difesa del Suolo, Edoardo Cosenza. "Era un impegno che avevamo assunto in campagna elettorale - ha detto Caldoro - e lo abbiamo voluto realizzare subito. E' un provvedimento facilitatore che si mette in linea con quello che é l'indirizzo del governo sulla materia". Soddisfazione è stata espressa anche dagli assessori Taglialatela e Cosenza. Taglialatela ha evidenziato che in appena 30 giorni è stato fatto un lavoro importante, realizzato anche sulla scorta del confronto serrato avuto nelle ultime settimane con i rappresentanti dell'Anci (l'associazione dei Comuni) e dell'Ance (quella dei costruttori edili) ma anche delle centinaia di segnalazioni giunte da amministratori pubblici e cittadini "che di fatto hanno lamentato i disagi dall'articolato licenziato dalla precedente amministrazione". Cosenza, invece, ha evidenziato che non verranno allentate le maglie dei controlli sismici: "Anzi andiamo nel senso opposto. Incentiviamo i cittadini ad aumentare le aree a rischio. E il bonus dell'aumento della volumetria sarà concesso solo a patto che la vecchia abitazione sia abbattuta, con costi a carico degli stessi cittadini".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©