Politica / Regione

Commenta Stampa

“Affrontare la disoccupazione senza sacche di privilegiati”

Campania, Sacconi ''benedice'' il Piano Lavoro

L’incontro a Santa Lucia con Caldoro e Nappi

.

Campania, Sacconi ''benedice'' il Piano Lavoro
27/01/2011, 21:01

NAPOLI – E’ un’approvazione quella del ministro Sacconi al Piano Lavoro presentato dalla Regione Campania, del quale si è discusso nell’incontro a Santa Lucia alla presenza di Stefano Caldoro, governatore della Campania, e di Severino Nappi, assessore regionale al Lavoro.
"Ci sono male pratiche, delle patologie che devono essere accompagnate ad esaurimento con una forte di discontinuita' che puo' essere pragmatica e non ideologica", ha spiegato Sacconi, aggiungendo che “
bisogna affrontare il problema della disoccupazione senza sacche di privilegiati e soprattutto rese viziose dai provvedimenti che sono stati adottate". Il riferimento ovvio è ai gruppi di disoccupati che hanno goduto di finanziamenti a pioggia negli anni scorsi, e che anche durante la riunione presidiavano Palazzo Santa Lucia. Non a caso il ministro dice: "La Platea sara' ripulita da percettori di piu' sussidi, selezionare davvero quelli che vogliono lavorare e togliendo quelli che non accettano attivita' formative o lavorativa che quando e' regolare puo' essere una qualsiasi attivita' lavorativa. E quindi realizzare un ragionevole esaurimento di questa anomalia che il governo regionale ha ereditato".
Il piano del lavoro della Campania, ha spiegato Stefano Caldoro, è ''segno di un vero e proprio cambiamento culturale. Un piano di cui siamo orgogliosissimi perche' ha ricevuto un positivo giudizio da tutte le parti sociali. E' il primo piano attuativo di una regione in riferimento al piano del lavoro triennale del governo. Possiamo davvero dire che la Campania e' regione pilota''. Severino Nappi ha intanto ricordato che la Campania investirà nel nuovo piano “circa 600 milioni del Fondo sociale europeo che interesserà 60mila addetti”. Una soddisfazione tanto più grande, sottolinea Caldoro, perché si realizza ''in una crisi complessiva dell'Europa e del paese'' e soprattutto in Campania ''che è l'ultima regione meridionale per performance in questo settore''.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©