Politica / Politica

Commenta Stampa

Campo nomadi Roma, Santori (PDL): “Fenomeno preoccupante cui ancora non si è data risposta al territorio”


Campo nomadi Roma, Santori (PDL): “Fenomeno preoccupante cui ancora non si è data risposta al territorio”
06/08/2012, 12:13

 

 

“Il monitoraggio del territorio da parte del XV Gruppo della Polizia Locale di Roma Capitale continua quotidianamente in maniera capillare ma con pochi mezzi e uomini difficilmente si potrà stroncare un fenomeno così grave quale quello dei campi nomadi abusivi, che in un’apposita mappatura il Comandante Botta sta sistematicamente trattando”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Nel cercare di dare risposte ai residenti del Municipio XV – insiste la nota – sempre più attenti nel verificare i contesti di degrado e illegalità e, allo stesso tempo, in contatto costante con il sottoscritto, abbiamo avuto modo di segnalare alla Polizia Locale tali situazioni e, di lì, ad essere aggiornati sul reale stato delle cose dei nomadi abusivi sul nostro territorio. Per questo accogliamo con favore gli interventi presso campi storici della città ma non possiamo politicamente non porre con gravità ed insistenza, cosa che faccio oramai da cinque anni, all’attenzione dell’Amministrazione la necessità di mettere pesantemente mano a tale stato e di stroncare con soluzioni adeguate il fenomeno dei campi nomadi abusivi”.

“Attualmente si riscontrano quindi – conclude Santori – campi nomadi nella Valle dei Casali all’altezza di Viale Newton, all’interno della Riserva Naturale della Tenuta dei Massimi, in Via Candoni e a Parco de’ Medici, nei pressi del Viadotto della Magliana, sulle rive del Tevere e nelle aree golenali di Marconi, nei pressi della Via del Mare, tutti contesti che stanno esasperando i residenti di Portuense, Marconi, Magliana e Muratella. Mi auguro quindi che a breve partano nuovamente gli sgomberi, che si provveda alle espulsioni di chi non ha diritto, che il nuovo Comandante Buttarelli verso il quale nutriamo sincera fiducia doti il XV Gruppo di nuovi uomini da mettere in forza al Nucleo Assistenza Emarginati, che si decreti un’ordinanza ad hoc contro il rovistaggio dei cassonetti da parte dei rom. Tutte proposte che dopo cinque anni mi sento ancora in dovere di fare”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©