Politica / Politica

Commenta Stampa

Camusso: "Il tema del lavoro è stato preso sotto gamba"

"Quella di Monti è una ricetta vecchia"

Camusso: 'Il tema del lavoro è stato preso sotto gamba'
24/12/2012, 14:28

ROMA – Parla ai microfoni di Rainews il leader della CGIL, Susanna Camusso, in merito alle priorità di Mario Monti: “Nella conferenza stampa di fine anno del Premier Mario Monti e nella successiva intervista a ‘In Mezz’ora’, non c’è stata una parola che riguardasse al Paese e a tutte le famiglie in difficoltà” e continua “è una scelta non corretta per un Paese che ha avuto 13 mesi di sacrifici e avrebbe, forse, voluto una parola positiva”. Risponde così alle dichiarazioni del Presidente del Consiglio, che nella conferenza di domenica ha definito la CGIL come “ostacolo alle riforme”

“La sua ricetta prevede il taglio delle retribuzioni e la riduzione delle tutele nei contratti nazionali di lavoro. Una ricetta che abbiamo già conosciuto con la Thatcher, con Regan, con il precedente Governo italiano. Un Programma che ha già dimostrato tutta la sua fallacia aumentando la precarietà e riducendo il valore sia del lavoro sia delle imprese. Ho la sensazione che Monti insista su questa strada liberista anche perché non è abituato a misurarsi con la concretezza dei problemi del lavoro”.

Il tema dell’emergenza del lavoro, dunque, secondo la Camusso, non è stata affrontato o comunque è stato preso sotto gamba: “ In molte occasioni stiamo stati in dissenso con le scelte politiche del governo non perché pensiamo che possa tornare un passato che non c’è più, ma perché pensiamo che non ci sia un futuro se non si riconosce il lavoro come tema centrale su cui fondare ricchezze e equità di un Paese”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©