Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il leader CGIL ospite stamattina al programma Omnibus di La7

Camusso: se riduciamo le pensioni non risparmiano sul futuro


Camusso: se riduciamo le pensioni non risparmiano sul futuro
04/09/2011, 10:09

ROMA -  Intervento del segretario generale della CGIL,  Susanna Camusso, ospite di Omnibus, in onda su LA7 . A poche ore dallo sciopero generale indetto per il 6 settembre ha dichiarato:

''E' sempre piu' facile dire 'tagliare la previdenza, risolto il problema. Ridurre le pensioni non e' un risparmio sul futuro. Come per il Fisco, c'e' sulle pensioni un dato di equita''.

Parole dure anche sulle ultime manovre: quella ''di luglio colpiva solo i redditi da lavoro dipendente. Questa manovra agisce nello stesso schema. Il tratto iniquo di entrambe e' che chi ha di piu' paga di meno''.

Camusso è poi intervenuta sull'articolo 8: "L'autonomia delle parti è un fattore di sviluppo", ha affermato. "Ma quando un Governo fa provvedimenti per vendette non si dà un segno positivo".

Il numero uno della Cgil ha fatto poi un riferimento alla lettera che la Bce avrebbe inviato al Governo: "Noi siamo un Paese che comunque dovrebbe conoscere quella lettera. Ma in ogni caso una banca, anche una banca come laBce, non può decidere quale sia l'assetto sociale della contrattazione".

 

"Quando c'è uno sciopero, c'è sempre un grandissimo timore. In una situazione cosi' difficile è un dovere avere timore. Ma sentiamo un crescente clima di condivisione e credo che tutti dovranno fare grande attenzione a un consenso che cresce. Credo che avremo un risultato importante, poi il 7 ci sarà la solita polemica" ha aggiunto Camusso. "Se il Parlamento ha una sua autonomia, naturalmente uno sciopero prova a condizionare ciò che decide il Parlamento", ha aggiunto.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©