Politica / Politica

Commenta Stampa

Ancora una volta, l'atteggiamento di disprezzo dei leghisti

Cantù, la Kyenge entra in Comune, i leghisti se ne escono


Cantù, la Kyenge entra in Comune, i leghisti se ne escono
30/07/2013, 09:33

CANTU' (COMO) - Ancora una volta gli esponenti della Lega dimostrano di non avere alcun rispetto per le istituzioni. E' accaduto ieri a Cantù, in provincia di Como, dove era previsto l'arrivo del Ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge. La Kyenge doveva fare un intervento in consiglio comunale, prima di andare alla Festa del Pd per un confronto col sindaco leghista di Varese Attilio Fontana. Ma poco prima che lei entrasse in aula, i consiglieri leghisti Alessandro Brianza e Edgardo Arosio, con l'ex leghista Giorgio Masocco, sono usciti per protesta. Parlando con i giornalisti, i leghisti hanno detto che uscivano perchè è stato negato loro il diritto di replica dopo l'intervento che avrebbe fatto la Kyenge. 
Un diritto di replica che di solito non viene mai concesso quando un Ministro partecipa a qualche manifestazione politica locale: solitamente fa l'intervento e se ne va. Come mai questa volta ci doveva essere la replica? Una nuova prassi ad uso e consumo dei leghisti? 
La Kyenge comunque ha risposto con la solita serafica calma: "La libertà è sacra".


Aggiornamento ore 10:52 (di Armando Brianese).

Intanto si registrano le dichiarazioni di Giorgio Masocco, consigliere comunale di Cantù, che è tornato sull'episodio del lancio di banane al ministro Cecile Kyenge. Consigliere del gruppo misto ed ex Lega Nord, Masocco si è intrettenuto con i giornalisti all'esterno dell'aula consiliare del comune comasco, mentre il ministro dell'Integrazione era in aula, dichiarando:  "Se le avessero lanciato la noce di cocco le avrebbe fatto male, quindi la banana .. deve essere contenta". Poco prima Masocco aveva abbandonato il Consiglio in segno di protesta per la presenza di Kyenge, dopo aver letto al sindaco e all'intero consiglio una lettera nel quale la definiva il "ministro del nulla". Insieme a lui, non hanno ascoltato l'intervento del ministro anche i due consiglieri della Lega Nord, in quanto hanno sostenuto che non è stato loro permesso di replicare al discorso della Kyenge.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©