Politica / Napoli

Commenta Stampa

Cantone chiede l'intervento del Ministro per Giugliano


.

Cantone chiede l'intervento del Ministro per Giugliano
07/06/2013, 12:55

Disastro ambientale annunciato, eppure solo adesso si accendono i riflettori su Giugliano e la discarica Resit.
Ne parla anche il giudice Raffaele Cantone che, originario dell’hinterland partenopeo, si sta facendo promotore di un’informazione corretta affinché i cittadini aprano gli occhi su una bomba a orologeria fatta di inquinamento e di malattia. Il territorio, soprannominato “La Terradei fuochi, è stato più volte oggetto di discussione anche sul web, da Scampia, a Giugliano, per poi passare a Caivano, da anni si parla di una discarica a cielo aperto, un pullulare di veleni che sta mandando in rovina territori e cittadini. Sulla questione il giudice vuole vederci chiaro e vuole tenere alta l’attenzione soprattutto per i residenti che sembrano essere ignari di questo disastro ambientale.Anche De Biase, il commissario che sta seguendo la vicenda, ha parlato di una situazione preoccupante che ha messo un allarme il governatore Caldoro. Per Cantone bisogna chiamare all’appello tutte le istituzioni oltre a dare gli strumenti adeguati ai cittadini per ottenere un’adeguata conoscenza della faccenda. Un’attività capillare che dovrebbe vedere uniti istituzioni locali e nazionali. Per il giudice originario di Giugliano, De Biase da solo non può sostenere e risolvere la delicata questione e chiede la presenza di Orlando, il ministro dell’Ambente, affinché le istituzioni nazionali intervengano in modo mirato e risolutivo, per proteggere il territorio e tutelare la salute pubblica.

 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©