Politica / Regione

Commenta Stampa

Sindaco:"Un modo guidato dalle donne sarebbe migliore"

Capri:comandante in gonnella? I vigili scioperano


Capri:comandante in gonnella? I vigili scioperano
06/12/2010, 21:12

La nomina del nuovo comandante dei vigili urbani ha mandato su tutte le furie i 18 agenti della polizia municipale di Capri. E cosi' e' 'guerra' tra il sindaco, Ciro Lembo, ed i componenti del corpo dei caschi bianchi. Dal 2 dicembre scorso, infatti, il nuovo comandante, che restera' in carica 3 anni, e' una donna, l'avvocato Marica Avellino, di 30 anni. "Mi sono avvalso della legge che ho gia' utilizzato per l'ufficio tecnico. La nomina di un comandante dei vigili urbani di sesso femminile ha rispettato tutti i criteri previsti dalla legge. La candidata aveva tutti i requisiti richiesti e quindi ha nominato la dottoressa Avellino nuovo comandante dei Vigili urbani", ha detto il sindaco di Capri, Ciro Lembo. Il mandato del comandante dei vigili urbani e' a termine ed e' legato alla durata in carica del sindaco. "Spero non ci siano problemi di maschilismo dietro alla protesta dei miei vigili urbani. Non credo che ci siano motivi di rivalsa in quanto nessuno dei 18 candidati poteva ambire a guidare il corpo della polizia municipale, in quanto nessuno aveva i requisiti richiesti", ha spiegato ancora il sindaco.
"Io ho dato quindi un incarico fiduciario di dirigente a una dottoressa laureata in giurisprudenza per la durata del mio mandato, cioè tre anni previa verifica dopo sei mesi attraverso il nostro nucleo di valutazione".
Il sindaco di Capri si è avvalso di una sua prerogativa approfittando del pensionamento dell'ex comandante Nicola Palma. Di fatto stando a quello che spiega Vincenzo Pagano, coordinatore provinciale di Ospol-Csa polizia locale ad ottobre il comune ha sospeso un regolare concorso per la selezione del dirigente optando per una assunzione temporanea. Ma il sindaco si difende: "Io ho preso visione di tutti i curricula arrivati nei termini e quindi ho scelto la dottoressa Avellino perchè è caprese, conosce bene il territorio, è laureata e ho ritenuto che avesse tutti i requisiti previsti per queste nomine". Alla domanda se conoscesse la giovane dirigente il sindaco ammette "Certo, essendo caprese sicuro che la conosco. Poi ho pure verificato il curriculum e le esperienze fatte. E' una scelta coraggiosa ma non rischiosa e questa è sicuramente meglio della lotteria e della sorpresa dei concorsi".
Di fatto non optando per la strada del concorso pubblico, non era necessario che i candidati avessero esperienza nel corpo. Ma di fronte a questa obiezione Lembo ha replicato: "L'esperienza si acquisisce, io ritengo che questo sia un grave errore altrimenti i giovani laureati non potrebbero mai assumere un posto così".
"Del resto io credo che un mondo guidato dalle donne sarebbe un mondo migliore".
Quanto alla procedura di raffreddamento, dato che i vigili hanno ufficializzato al prefetto di Napoli Andrea De Martino lo stato di agitazione e attivato l'iter per proclamare lo sciopero, Lembo si dice in attesa della convocazione prefettizia. "Partecipero' al tavolo - spiega - non voglio certo io uno sciopero. E se i sindacati della polizia municipale mi chiederanno un incontro, non mi neghero'. Vorrei trovare una intesa"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©