Politica / Regione

Commenta Stampa

Caputo (PD): “in pericolo i castagneti di Teano”


Caputo (PD): “in pericolo i castagneti di Teano”
25/05/2011, 11:05

I bellissimi castagneti, principale risorsa economica di Teano e dei comuni limitrofi sono aggrediti da un pericoloso parassita, il cinipide galligeno, un piccolo insetto particolarmente nocivo per il castagno. E’ necessario intervenire tempestivamente con misure capaci di contrastare il fenomeno prima che l’economia locale, già provata dalla crisi sia compromessa.

Lo ha dichiarato Nicola Caputo Consigliere regionale e Presidente della Commissione Trasparenza, annunciando una interrogazione consiliare all’assessore regionale all’Agricoltura.

Il castagno – spiega Caputo - rappresenta una risorsa fondamentale sotto l'aspetto non solo economico ma anche sociale ed ambientale. La maggior parte della popolazione agricola del comune di Teano è interessata alla filiera del castagno.

L’attacco del parassita, ha determinato un consistente calo della produzione di castagne, una riduzione dello sviluppo vegetativo e un forte deperimento delle piante colpite, con un grave danno per il paesaggio e l’economia

L’unico metodo per contrastare questo parassita del castagno – continua ancora Caputo - è quello di favorire la riproduzione sul territorio del Torymus Sinensis, un insetto antagonista al nicipide galligeno;

I progetti attivati dalla Regione Campania in collaborazione con il il C.N.R. che consentono interventi di questo genere - spiega Caputo - non hanno ancora interessato il territorio del Comune di Teano e dei comuni limitrofi

Ho presentato una interrogazione, - annuncia il Consigliere Caputo - all’Assessore all’Agricoltura, Vito Amendolara, per conoscere quali azioni sono state poste in essere e quali si intendono adottare per la tutela del territorio e la salvaguardia del settore agricolo interessato.

E’ necessario – conclude Nicola Caputo - che la Regione Campania attivi tutte le misure necessarie per salvare il castagno, risorsa fondamentale per l’area di Teano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©