Politica / Napoli

Commenta Stampa

Cardinale Sepe visita croce rossa poliambulatorio


Cardinale Sepe visita croce rossa poliambulatorio
20/02/2013, 10:00

Si è raggiunta la cifra di 1000 visite specialistiche gratuite; per questo domenica scorsa lo stesso Arcivescovo di Napoli Cardinale Crescenzio Sepe ha voluto complimentarsi personalmente con Stefania Pisciotta (presidente del Comitato regionale CRI Campania)e Gianbattista Ganzerli (presidente del Comitato Locale CRI Napoli Nord) andando a far visita ai volontari che operano nel poliambulatorio “S. Giuseppe Moscati” in località La Cittadella (Casoria, Napoli) in via Mattia Preti.

Già proprio S. Giuseppe Moscati, il medico santo, lo scienziato umile, l’uomo di fede caritatevole: da mesi nel suo ricordo stanno rivivendo le sue opere. A favore degli ultimi, degli emarginati . Nella sua città. A Napoli; crocevia d’indifferenza a volte, ed espressione di grandi scoppi di umanità: grazie all’impegno di un’associazione che porta il suo nome “Associazione “Giuseppe Moscati - Volontari per la vita” e della Croce Rossa che uniti insieme hanno deciso di aprire e gestire  un poliambulatorio specialistico e gratuito che serve tutta  l’area  est di Napoli, a disposizione dei più poveri: proprio quelli che il Santo Giuseppe amava.

 “È questo il vero spirito di Croce Rossa, aiutare il povero, l’emarginato; e non possiamo far altro che ringraziare i dirigenti dell’associazione intitolata al Santo Moscati che, col loro appoggio, ci hanno permesso di assecondare la nostra vocazione”  ha ricordato alla presenza di un Sepe entusiasta, Stefania Pisciotta neo eletta presidente  del Comitato Regionale CRI Campania.

Il centro sorge in località La Cittadella in via Mattia Preti; funziona, mattina e sera, dal lunedì al sabato e i medici volontari dell’Associazione San Giuseppe Moscati coadiuvati dai volontari della CRI si rendono disponibili per visite specialistiche in Cardiologia, Ginecologia, Chirurgia Vascolare, Gastroenterologia,  Ortopedia, Urologia, Psicologia e Fisioterapia. Il centro è a disposizione delle persone meno abbienti - giacché le visite sono completamente gratuite - : così disoccupati, cassintegrati, anziani, insomma tutta quella gente che a causa anche della grave crisi economica che si sta attraversando forse rinunciavano anche a curarsi per preoccuparsi di tirare avanti fino a fine mese, avranno ora una possibilità in più per badare alla propria salute.

Ma non finisce qui. Un particolare interesse sarà rivolto nella realizzazione di un “Centro di Ascolto” per il Diritto alla Nascita, dove saranno accolti e assistiti dai volontari tutte quelle persone che hanno necessità di confrontarsi con i problemi, e le paure, legate a una nuova nascita; soprattutto laddove non prevista o indesiderata.

Nel centro sono inoltre istituiti corsi di pronto intervento e di rianimazione aperti anche alla popolazione.

“Per noi è un’opportunità notevole - ha concluso Gianbattista Ganzerli, presidente del Comitato CRI Napoli Nord -, stiamo mettendo a disposizione i nostri volontari fra medici e operatori di emergenza nella gestione del Poliambulatorio garantendo così un presidio di Croce Rossa su una porzione del territorio di Napoli che fino ad ora ne era sprovvista”.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©