Politica / Regione

Commenta Stampa

La Russa conferma la possibile intesa con l'Udc

Carfagna: "quelli che protestano da noi non avranno nulla"


Carfagna: 'quelli che protestano da noi non avranno nulla'
14/02/2010, 16:02

NAPOLI - “La protesta a Boscoreale? Non ci interessa. Queste persone da noi non avranno nulla. Amministreremo i conti pubblici come gestiremmo i patrimoni delle nostre famiglie”. Il Ministro per le Pari Opportunità Mara Carfagna  parla chiaro. Durante la conferenza stampa di questa mattina all’Hotel Vesuvio, la capolista per le regionali in Campania del Pdl, che ieri era stata contestata duramente contro l’annunciata apertura di una seconda discarica, ribadisce la linea dura nel combattere l’illegalità e conferma quali sono i punti caldi della sua campagna elettorale. In particolare maggiore attenzione nei confronti delle donne , com’è in linea con il suo mandato: dopo la legge sullo stalking e il decreto antistupro, infatti, potrebbe prossimamente essere vagliato anche il progetto sulle cosiddette “mamme condominiali”, una sorta di mutuo soccorso per quelle donne che vivono nello stesso edificio: “L’universo femminile è fatto di passione e concretezza. Mi piacerebbe che l’aiuto autentico tra loro fosse il passo successivo”.  La Carfagna si è poi soffermata sul discorso dei fondi Fas, fondi che erano stanziati e messi a bilancio per lo sviluppo del Mezzogiorno, in parte di provenienza europea,  e che sono stati dati solo alla Sicilia: “La Campania non ha ottenuto la sua parte perché non ha presentato progetti chiari – ha detto il ministro – C’è da dire che gli imprenditori qui sono dei veri e propri eroi, perché molto spesso i soldi erogati per favorire le piccole e medie imprese vengono deviati ed utilizzati illecitamente”.
Vicino alle sue parole, anche l’onorevole Ignazio La Russa, coordinatore nazionale del Popolo delle Libertà, che ha posto l’accento soprattutto sulla questione del codice etico. L’onorevole ha sottolineato che il suo partito valuterà i singoli candidati caso per caso ed appoggerà solo uomini al di sopra di ogni sospetto: “Non possiamo e non dobbiamo offrire nessun appiglio ai nostri avversari politici – ha aggiunto La Russa – All’interno del Pdl c’è una enorme attenzione sui temi morali, che non prevede sconti o alibi per nessuno”. E sull’accordo con l’Udc di Casini si conferma possibilista, quando spiega: “La cornice valoriale è la stessa e siamo pronti a trovare intese vere per aiutare davvero i cittadini della Campania. A patto, però, che queste siano reali e non condizionate dal dare e avere”.
All’incontro di questa mattina era presente anche il candidato alla presidenza della giunta regionale della Campania Stefano Caldoro che, nel ribadire il suo impegno concreto nei confronti della città, ha anticipato la nascita di un’intesa tra Commissione Bicamerale e Carabinieri per quanto riguarda il controllo delle infiltrazioni camorristiche. Un segnale importante, che si contrappone alla difficile situazione, ancora in parte da chiarire, dei corsi di formazione professionale: “La politica dà la peggiore immagine di sé quando governa male – ha evidenziato- Vige un sistema di precariato diffuso difficile da debellare ma su cui si può e si deve assolutamente intervenire”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©