Politica / Regione

Commenta Stampa

Il ministro festeggia la vittoria di Caldoro

Carfagna:”La Campania conoscerà la buona amministrazione”


Carfagna:”La Campania conoscerà la buona amministrazione”
29/03/2010, 21:03

ROMA- In merito alla vittoria di Stefano Caldoro arrivano anche le prime dichiarazioni di Mara Carfagna, ministro per le Pari opportunità che ha seguito da vicino la campagna elettorale in Campania. ''Il centrodestra e il Popolo della libertà in particolare - afferma la Carfagna-  conquistano dopo dieci anni la Campania , che non e' soltanto la seconda Regione più popolosa d'Italia, ma e' stata il primo e più importante laboratorio della politica di centrosinistra al Sud, un decisivo serbatoio di voti per il Pd. Cinque milioni di campani conosceranno presto la buona amministrazione del centrodestra, riusciranno a dimenticare il sistema clientelare fatto di sprechi e lentezze costruito in questi anni dal centrosinistra che, giustamente, gli elettori hanno scelto di spazzare via". Non usa mezzi termini il ministro per le Pari opportunità e parla di grande successo del centrodestra. "Per questa vittoria – conclude la Carfagna- dobbiamo dire grazie innanzitutto al Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che ha sempre prestato grande attenzione alle esigenze di questa terra, come di tutto il Sud Italia”

AGGIORNAMENTI
A festeggiare la vittoria di Caldoro, presente al suo comitato anche Nicola Cosentino, coordinatore del Pdl della Regione Campania che ha espresso la sua soddisfazione per i risultati elettorali: "Sono contento perchè Caldoro ha vinto; significa che vince la voglia di cambiamento dei cittadini campani. Dopo anni di malgoverno della sinistra, ora dobbiamo recuperare i ritardi e cambiare i destini di Napoli e della Campania. Dobbiamo recuperare il rapporto con i cittadini, quel sentimento di fiducia che ha raggiunto i minimi storici. E' solo attraverso una corretta azione politica che si possono cambiare le cose. L'alternativa è arrivata dopo tanti anni di cattiovo governo della sinistra". In conclusione Cosentino si dimostra fiducioso nel possibile cambiamento

Commenta Stampa
di Antonella Losapio Elisa Scarfogliero
Riproduzione riservata ©