Politica / Napoli

Commenta Stampa

Casa, Palmieri: “a Napoli nessuna programmazione”


Casa, Palmieri: “a Napoli nessuna programmazione”
17/11/2012, 10:07

“Il mercato immobiliare è fermo, i dati sull’abusivismo edilizio restano allarmanti, gli occupanti abusivi degli alloggi pubblici restano dove sono e, in fatto di diritto alla casa da tutelare, l’unica differenza che c’è tra ieri ed oggi è che paghiamo l’Imu sulla prima casa e che persino lo Iacp di Napoli viene gravato da una imposta insostenibile, tale da mettere a rischio la manutenzione ordinaria del patrimonio”.

Così Palmieri a margine dell’incontro dibattito su ''La casa un bene comune, un diritto da tutelare'', in corso presso la Sala Convegni VI Municipalità di Napoli, presenti l'assessore regionale all'Urbanistica Marcello Taglialatela, il presidente dello Iacp di Napoli, Carlo La Mura, le rappresentanze sindacali di Cgil-Casa, Sicet-Cisl, Uniat-Uil, Assocasa, Sunia e i consiglieri della VI Municipalità di Napoli.

“E’ evidente – aggiunge Palmieri - l’assoluta carenza di programmazione in questo settore che poi è di vitale importanza sotto il profilo sociale, nonostante, devo notare, la casa, col suo portato di diritti negati ma di dovrei pretesi, si possa definire senza tema di smentita ‘un bene comune”. “Al pari – conclude – di tanti altri”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©