Politica / Politica

Commenta Stampa

“Vogliamo di portare il M5S al potere da solo”

Casaleggio intervistato dal “Guardian”

Il guru non avrà ruolo per formazione governo

Casaleggio intervistato dal “Guardian”
01/03/2013, 20:02

LONDRA - Lui diceva già da tempo, che non avrebbe avuto nessuna voce in capitolo per la formazione del nuovo governo e lo ha riconfermato anche al giornalista del Guardian. Stiamo parlando di Gianroberto Casaleggio, il co-fondatore del Movimento Cinquestelle, che ha dichiarato nella sua intervista che: “Il movimento potrebbe fornire un supporto limitato per un governo di minoranza. Se altri partiti riusciranno a mettere insieme un governo, il Movimento Cinque Stelle voterà per tutto ciò che è parte integrante del suo programma”.
Poi Casaleggio dichiara: “Il presidente della repubblica deciderà a chi dare mandato per tentare di formare un governo. Deciderà se ci sono le condizioni per la formazione di un governo, e se il governo ha ottenuto la fiducia della Camera e del senato. Noi non vogliamo entrare in questo processo”. Poi il fondatore del partito spiega che il suo obiettivo: “E’ quello di portare il M5S al potere da solo. Fino ad allora, non si faranno accordi con nessun altro gruppo politico”.
Casaleggio continua dicendo: "Gli analisti politici hanno sbagliato a considerare il voto per il Movimento Cinquestelle una semplice reazione alla crisi economica e alle politiche di austerità promosse dalla Germania. Anche se la crisi ha accelerato il successo del movimento l'esito del voto è stato essenzialmente un prodotto di Internet perché ha consentito la democrazia diretta che il movimento ha sposato e praticato. Quello che sta accadendo in Italia è solo l'inizio di un cambiamento molto più radicale, che toccherà tutte le democrazie”.E sul Professore, la mente del movimento, dice: “Il governo Monti ha avuto una maggioranza che ha permesso di far passare molte leggi e decreti-legge. Un ritorno al non-partito di governo sarebbe però molto sgradevole, per gli altri leader politici: agli occhi dell'elettorato risulterebbero come un unico minestrone, e si rafforzerebbe la tesi di Grillo che il M5S è l'unica vera alternativa”. E al giornalista che gli sottolinea la contrarietà espressa da alcuni elettori sul rifiuto di un’apertura al centro-sinistra da parte di Grillo, Casaleggio risponde:“I membri del Movimento a cinque stelle non sono gli unici che commentano sul blog. Ce ne sono altri".
Poi alla domanda del cronista della testata britannica che gli chiede se ritiene che il M5S possa un giorno governare l'Italia, il guru di Grillo afferma repentorio: “Spero di sì”.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©