Politica / Politica

Commenta Stampa

Casapound: "mai affibiato etichette politiche al grande attore''


Casapound: 'mai affibiato etichette politiche al grande attore''
26/01/2012, 16:01

Roma, 26 gennaio - “Evidentemente qualcuno in cerca di notorietà ha voluto sfruttare CasaPound Italia per avere il suo quarto d'ora di celebrità”. Così l'associazione di via Napoleone III risponde alla “diffida” di Raffaella Baracchi e Salomè Bene, arrivata dopo l'iniziativa di chiamare Cpi per un solo giorno CasaBene, in omaggio al genio teatrale dell'artista pugliese. “La nostra iniziativa – replica CasaPound in una nota – ha avuto l'avallo ufficiale di Maria Luisa Bene, sorella dell'attore, e l’apprezzamento del coautore di Bene, Giancarlo Dotto, oltre che quello del suo storico ‘antagonista’, Giorgio Albertazzi, quindi riteniamo che ogni discussione in merito sia priva di senso”.

‘’Quanto alle polemiche sulla lontananza o meno di Bene dal fascismo, facciamo nostra la sonora pernacchia che l'artista indirizzava a chi gli rivolgeva questo tipo di domande. Una pernacchia che esprime il rifiuto del ricatto culturale e la negazione della contrizione. Noi, del resto, a Bene non abbiamo mai dato etichette politiche”, aggiunge Cpi, annunciando poi ‘’imminenti ulteriori eventi culturali di altissimo profilo per ricordare l'artista dimenticato’’.

Infine, per quanto riguarda Raffaella Baracchi, CasaPound ricorda che “tale signora Carmelo Bene lo ha persino denunciato in vita, salvo improvvisarsi ora depositaria amorevole della sua memoria. Ci sembra che nei suoi confronti non vi sia altro da aggiungere alle parole dello stesso attore che, in una celebre esibizione tv, reagì stizzito al solo nome della donna: 'Ne ho avute tante di mogli, perché delle altre non si parla?'. Interrogato sulle presunte percosse subite dalla Baracchi, poi, rispose con un perentorio: 'Non ho mai picchiato nessuno ma mi sarebbe piaciuto', per concludere con un definitivo:
'Sono io mia moglie'. Crediamo che questo dica la parola fine su questa squallida polemica”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©