Politica / Politica

Commenta Stampa

"Dice no alla Tav, alla riforma dell'art.18"

Casini a Bersani, "I no di Vendola contro riformismo"

"Non sarà possibile costruire un governo riformista"

Casini a Bersani, 'I no di Vendola contro riformismo'
05/02/2013, 19:39

BOLOGNA – “Le alleanze si devono costruire per cambiare il Paese e fare le riforme, vi sono posizioni a sinistra che sono incompatibili con le riforme e con il cambiamento del Paese”. E’ quanto il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini, da Bologna, risponde al segretario del Pd e candidato premier del centrosinistra Pier Luigi Bersani in merito alla sua apertura ad una collaborazione con Mario Monti e i partiti che lo sostengono. Il messaggio di Casini è chiaramente rivolto al leader di Sel Nichi Vendola. “Bersani ha costruito la sua ipotesi di governo imperniata su Vendola - spiega infatti Casini- che dice no alla Tav, alla riforma dell'articolo 18, alla riforma delle pensioni e alle liberalizzazioni”. “Su questi cartelli del no non è possibile costruire alcun governo riformista”, ribadisce il leader centrista convinto che “non siamo noi a dover dare delle risposte, ma coloro che hanno messo in piedi cartelli elettorali pieni di contraddizioni politiche e ipotesi retrograde”. “Bersani continua a chiederci la foto di gruppo, ma noi non abbiamo un problema di foto”, prosegue Casini specificando che “Monti non ha cambiato strada, l'hanno cambiata coloro che sono tornati alle vecchie alleanze del passato”. “Siamo disponibili a governi che abbiamo l'impronta del riformismo - rimarca infine il leader centrista - certamente non potremo costruire governi sulla base delle ideologie del no”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©