Politica / Politica

Commenta Stampa

Le dichiarazioni del leader dell'Udc

Casini: “Non escludo che prossima legislatura sia breve”

“Partito unico con Monti? Udc deciderà dopo congresso”

Casini: “Non escludo che prossima legislatura sia breve”
12/02/2013, 20:36

ROMA – Guarda oltre il 24 e 25 febbraio il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, quando cioè gli italiani sceglieranno il futuro Governo che guiderà l’Italia. Le sue previsioni, però, non sono ottimiste al cento per cento. “Non escludo che la legislatura sia breve. Non possiamo auspicarlo – dice - non me lo auguro, ma non escludo che sia nel novero delle possibilità”.

Parla, poi, di Nichi Vendola: “La cosa peggiore è far gravare l'onere della prova non su chi ne è responsabile. Vendola dice che è incompatibile con noi, presenta il referendum contro art. 18, è contro la Tav e la riforma della previdenza. E si chiede a noi se siamo disponibili a fare alleanza con Vendola? Ha già fatto tutto lui”.

E nel commentare l’ipotesi di Silvio Berlusconi secondo il quale il Pd potrebbe attingere dal Movimento a 5 Stelle, Casini dice: “Credo che Bersani dopo il voto dovrà riflettere profondamente. Se lui non ha la maggioranza al Senato non so se attingerà da Grillo, ma la responsabilità non è nostra. Noi faremo alleanza sulla base di un programma riformista”.

Facendo una previsione su quello che potrebbe essere il risultato del voto per la lista Monti, invece, commenta così: “Penso che il 15% sarebbe un risultato importante e soddisfacente, seppure iniziale. La nostra scommessa è mettere insieme la società civile e politica. In Italia mancava qualcuno che fosse in grado di presentare agli elettori non tanto il libro dei sogni ma un linguaggio di serietà”.

Risponde, tra l’altro, a Bersani che parla di coalizione mimetica rispetto alla Lista Monti: “Con Monti ci sentiamo regolarmente e siamo in piena sintonia nella strategia di questa campagna elettorale: lui parla alla società civile, noi alla politica. Non abbiamo bisogno dei consigli interessati degli altri, foto o non foto Monti lo abbiamo sostenuto e abbiamo determinato la nascita del suo governo”.

E a chi gli chiede di un partito unico da realizzare con Monti, il leader dell’Udc risponde così: “Un partito unico con Monti? L'Udc lo deciderà solo dopo un congresso, ma per ora c’è un vincolo ad aderire a gruppi parlamentari unici e non dubito che ciascuno di noi adempirà a questo obbligo. Il nostro obiettivo è costruire una forza politica che rappresenti il superamento dell'Udc rivendicando il ruolo avuto nell'esperienza del governo Monti. Noi siamo molto orgogliosi di quello che abbiamo costruito”, conclude Casini.

 

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Per chi voterete alle prossime elezioni?

Quale sarà il vostro voto il 24 e il 25 febbraio?