Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il leader Udc:"Manovra inevitabile ma ingiusta"

Casini su Manovra: "Tremonti garante delle furberie pro Lega"


Casini su Manovra: 'Tremonti garante delle furberie pro Lega'
15/07/2010, 19:07

MILANO - Il leader dell'Udc, quest'oggi impegnato a Milano in un'assemblea per il futuro Partito della Nazione, ha voluto ribadire "l'inevitabilità" della manovra finanziaria anticrisi proposta dal governo ma, al contempo, ci ha tenuto a sottolineare che "si chiedono sacrifici a tutti mentre si privilegiano i furbetti delle quote latte a scapito degli allevatori che hanno pagato fino in fondo i debiti che avevano nei confronti dello Stato. Non è una manovra equa. Ci sono troppe furberie in questa manovra, troppi emendamenti infilati dalla Lega"
E a proposito della "magagne leghiste", Casini lancia una bordata poderosa al ministro dell'Economia Giulio Tremonti. Per il centrista, infatti "Tremonti è stato il garante che ha permesso di infilare nelle pieghe della manovra troppe furberie pro Lega".
"E questo delle quote latte è un fatto grave perchè è una questione morale. Mentre gli italiani sono chiamati a fare i sacrifici -
ha concluso - non si può dire agli allevatori che hanno pagato che sono stati dei fessi perchè i furbi appoggiati dalla Lega non pagano. La manovra poteva essere fatta meglio, con più equità e senza furberie".
Da questo punto di vista, dunque, Casini si dimostra in pieno accordo con il pensiero-appello di
Gianfranco Fini e di tutti gli altri parlamentari che hanno messo in minoranza le istanze dei rappresentanti del Carroccio fin'ora in maniera inefficace; non essendosi ancora pronunciato Tremonti riguardo i provvedimenti da prendere in merito alle sanzioni Ue per i ritardi nei pagamenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©