Politica / Parlamento

Commenta Stampa

E' corsa al totonome per l'esecutivo

Casini-Fini: pronta la mozione del terzo polo


Casini-Fini: pronta la mozione del terzo polo
01/12/2010, 21:12

Mozione di sfiducia in arrivo pensata da Casini e Fini. Oggi pomeriggio i due leader si sono incontrati e poi hanno fatto il loro annuncio. Secondo Fini “così si piega il premier”. Nel corso della riunione Udc i centristi hanno sciolto la riserva e annunciato la presentazione di una mozione di sfiducia al governo. Gianfranco Fini aveva già lasciato Montecitorio. La strategia per portare avanti la mozione l’ha concordata al telefono con Casini. Ne parleranno domani, Fini e Casini, insieme a Francesco Rutelli. Una riunione nella quale, a sentire gli uomini dell'Udc, si stabilirà anche se Fli, Mpa e Api debbano sottoscrivere la mozione subito o più in là. D'altra parte Fini ha avuto modo di dirlo anche oggi a Casini, serve spingere nella direzione della sfiducia: "Solo così Berlusconi, una volta sfiduciato, si piegherà". Intanto, per essere sicuro della compattezza dei futuristi, Fini continuerà a incontrare i parlamentari più scettici. Oggi è stata la volta di Giampiero Catone e Gianfranco Paglia. Se la sfiducia dovesse arrivare per mano dell'area del terzo polo, sarà poi proprio questo a proporre un nuovo esecutivo per affrontare responsabilmente i nodi del Paese. Un attimo dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi i leader di Fli, Api e Mpa e Udc si potrebbero mettere in azione. Se Berlusconi non dovesse essere disponibile, si stanno già ipotizzando altri nomi. I più gettonati restano quelli di Mario Draghi, Mario Monti, Gianni Letta, Roberto Maroni, Beppe Pisanu e c'è chi ipotizza anche una soluzione Giuliano Amato. Ma la strada da percorrere fino al 14 dicembre è ancora troppo lunga e potrebbe portare alcune sorprese. Dice Carmelo Briguglio, capo della segreteria politica di Fli: ''Non esistendo altre proposte politiche in campo da parte del premier, il destino e' quello di una mozione di sfiducia sottoscritta da noi con l'Udc, l'Api e l'Mpa''
L'Udc e' un partito che sta all'opposizione ed e' legittimo che presenti la sua mozione di sfiducia". Cosi' il vicepresidente Pdl della Camera, Maurizio Lupi a Otto e Mezzo ha commentato la notizia della mozione di sfiducia che sara' presentata dall'Udc di Pier Ferdiando Casini. "Mi dispiace solo -ha aggiunto Lupi- che l'Udc, nonostante dica di fare un'opposizione responsabile, si sia opposta alla riforma dell'universita' del ministro Gelmini".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©