Politica / Regione

Commenta Stampa

Caso ASTIR, manifesti in tutta Napoli contro Caldoro


.

Caso ASTIR, manifesti in tutta Napoli contro Caldoro
02/09/2013, 11:22

NAPOLI – Continua lo stato di precarietà per i dipendenti Astir, la società delle bonifiche ambientali della Campania dichiarata fallita lo scorso 17 luglio, e  proseguono le manifestazioni di protesta da parte dei disoccupati senza più una certezza lavorativa.
La morte di Angelo Evangelista Coppola suscita ancora clamore e rabbia tra gli ex colleghi che denunciano lo stato di assoluta indifferenza da parte delle istituzioni regionali dopo il “suicidio annunciato” del 41enne che si tolse la vita nella sua abitazione di Casola.
Alla vigilia della manifestazione che si terrà in oggi alle ore 19,00  presso la centralissima Santa Lucia per commemorare l’ex lavoratore Astir, la città stamane si è svegliata tappezzata di manifesti promossi dal movimento “Insorgenza Popolare”.
Parole forti che dichiarano la totale responsabilità della giunta Caldoro e in particolare del Governatore ritenuto il principale artefice della crisi dell’Astir.
I manifesti, affissi in tutti i principali quartieri della città. da Fuorigrotta a Santa Lucia, per passare da Piazza Garibaldi al Centro Direzionali, con in primo piano i volto del Governatore, così recitano : “ASSASSINO! Mentre per colpa sua l’Astir falliva e un dipendente disperato si toglieva la vita, Caldoro ala vigilia de crack spostava un dirigente amico dall’Astir alla Soresa. Quanti padri di famiglia vuole ancora ammazzare?”, parole che non lasciano spazio ad alcuna interpretazione e sottolineano il disagio sociale di una maggioranza di cittadini campani che pretendono urgenti risposte.

Commenta Stampa
di Mathew Wind Riproduzione riservata ©