Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Per il sottosegretario l'unico giudice sarà l'elettorato

"Caso Lassini", interviene la Santanchè

Lo slogan: "Via le Br dalle procure"

'Caso Lassini', interviene la Santanchè
22/04/2011, 21:04

ROMA -  Non accennano a diminuire le polemiche relative a quello che ormai è già stato ribattezzato il “caso Lassini”. Il sottosegretario Daniela Santanchè si schiera, almeno in parte, a favore del candidato milanese del Pdl al consiglio comunale. “L’Unico giudice del comportamento di Lassini sono gli elettori, visto che le preferenze consentono ai cittadini di premiare o punire un candidato” – ha detto la Santanchè -“Mentre una censura dall’alto mi sembra molto poco democratica”.
Non solo. Il sottosegretario lancia anche un appello a Letizia Moratti, sindaco di Milano: “Basta polemiche, lavoriamo per vincere”.
La vicenda relativa a Roberto Lassini sta tenendo banco in queste ore tra tutto il mondo politico. Il candidato è sotto tiro a causa dei manifesti che ha fatto affiggere in mezza città, con su scritto “Via le Br dalle procure”. Immediata la reazione delle opposizioni, in particolare dell’Italia dei Valori, i cui rappresentanti hanno prontamente replicato con un “Via alle Br grazie alle procure”.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©