Politica / Politica

Commenta Stampa

Anche la Procura della Corte dei Conti apre un procedimento

Caso Lega: nuova visita dei finanzieri in via Bellerio

Mancano all’appello altri 200mila euro di diamanti

Caso Lega: nuova visita dei finanzieri in via Bellerio
16/04/2012, 18:04

MILANO – Prosegue il lavoro degli inquirenti milanesi sulle distrazioni di fondi dalle casse del Carroccio. Nuova visita degli agenti della Guardia di Finanza nella sede della Lega Nord in via Bellerio: mancano all’appello altri 200mila euro di diamanti, che sarebbero stati acquistati dall’ex tesoriere del partito, Francesco Belsito, con i soldi dei rimborsi elettorali. Nei giorni scorsi era emerso che gli investigatori stavano cercando lingotti d’oro per il valore di 200mila euro e di diamanti per 100mila euro: ora si è scoperto che l’ex amministratore avrebbero invece comprato diamanti per un totale di 300mila euro. Non sarebbero quindi pari a 300mila, ma ben a 500mila euro il quantitativo di soldi investiti da Belsito in oro e diamanti. Alla luce di questa nuova rivelazione gli uomini della Gdf si sono recati nuovamente nella sede del Carroccio, alla ricerca di carte e documenti vari che potrebbero permettere di fare chiarezza sulla cifra mancante.
Intanto, anche la Procura della Corte dei Conti della Lombardia indaga sul caso Lega Nord e relativi bilanci truccati. E lo fa aprendo un procedimento autonomo, relativo a un presunto danno erariale, partendo dall’ipotesi di truffa ai danni dello Stato contestata dalla Procura di Milano. Secondo le indagini penali, infatti, Belsito truccando i bilanci del Carroccio avrebbe fatto ottenere al partito rimborsi elettorali non dovuti che, solo per il 2011, ammontano a circa 18 milioni di euro. Oggi pomeriggio, infatti, il capo della Procura della Corte dei Conti, Antonio Caruso, ha incontrato il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo, fra i titolari dell’inchiesta che vede indagato l’ex tesoriere del Carroccio per appropriazione indebita, truffa ai danni dello Stato e riciclaggio. Si è trattato, fanno sapere, di una visita funzionale a prendere contatti per un eventuale scambio di carte necessarie per il procedimento davanti alla Corte dei Conti.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©