Politica / Regione

Commenta Stampa

caso Magliocca, bufera in Irpinia


caso Magliocca, bufera in Irpinia
23/03/2011, 12:03

"Il Comitato anticamorra di Pignataro Maggiore (CE) condanna con durezza, in un comunicato stampa, la incredibile scivolata del consigliere comunale di Montoro Superiore (Av), Antonio Parrella, che ha non solo espresso solidarietà al sindaco di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, arrestato con l’accusa di concorso esterno in associazione camorristica ma ha anche affermato tra l’altro: “Capisco benissimo, da amministratore, quanto sia difficile amministrare, quanti ritardi, quanta burocrazia, quante scelte fatte sul ‘filo della legalità’ per il bene dei cittadini”. Non si capisce bene che cosa voglia dire Antonio Parrella “sul filo della legalità” – peraltro in una nota in cui si esprime solidarietà ad un sindaco arrestato perché asservito alla camorra -, ma il prefetto di Avellino, il sindaco di Montoro Superiore, i consiglieri comunali di maggioranza e di opposizione, gli organi di stampa farebbero bene a controllare in che modo si esplichi questo “sul filo della legalità” ad opera dello stesso Parrella, peraltro consigliere delegato alla comunicazione, alla cultura e allo spettacolo. Affinché possa meglio riflettere “sul filo della legalità”, soprattutto dopo l’incredibile scivolata, il consigliere comunale Antonio Parrella farebbe bene a dimettersi dalla carica e tornarsene a casa sua.". Così il Comitato anticamorra di Pignataro Maggiore (CE).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©