Politica / Politica

Commenta Stampa

“Le dimissioni del Ministro atto inconsueto”

Caso Marò, per Monti altri obiettivi di Terzi

“Priorità è stata di la sicurezza dei militari”

Caso Marò, per Monti altri obiettivi di Terzi
27/03/2013, 16:28

ROMA – Il Presidente del Consiglio e Ministro degli Affari Esteri ad interim, Mario Monti, stamattina si è insediato alla Farnesina.
Da fonti di governo trapela che il Consiglio dei ministri ha deciso di promuovere a viceministri agli Affari esteri i sottosegretari Marta Dassù e Staffan De Mistura. Mario Monti in Aula a Montecitorio ha dichiarato poi:
“Consentitemi di respingere con forza qualsiasi illazione su possibili scambi o accordi riservati con l'India o sul fatto che interessi economici abbiano influenzato l'attività del governo sul caso dei marò”.
Ma il Prof ha aggiunto anche: “Obiettivo del governo è stato di tentare di isolare questa vicenda dall'insieme complessivo dei rapporti con l'India e la nostra priorità è stata di la sicurezza, l'incolumità e la dignità dei nostri due marò e di tutti gli italiani che si trovano in India . Il governo ha subito protestato con fermezza per il vulnus inferto e da quel 16 febbraio l'impegno mio personale e del governo è stato assoluto".
E sulle dimissioni di Terzi Monti non usa mezzi termini e dice:
“Le dimissioni del ministro Giulio Terzi rassegnate in aula sono state un atto inconsueto. Ho ragione di ritenere che l'obiettivo del ministro Terzi non fosse quello di modificare una decisione presa dal governo, ma fosse quello più esterno di conseguire altri risultati che magari nei prossimi tempi diventeranno più evidenti”.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©