Politica / Politica

Commenta Stampa

“Ad oggi non risultano elementi di spionaggio”

Caso Snowden, Bonino: talpa non verrà in Italia perché “mancano condizioni”


Caso Snowden, Bonino: talpa non verrà in Italia perché “mancano condizioni”
04/07/2013, 15:48

AGGIORNAMENTO ORE 21:00 A CURA DI ERIKA NOSCHESE

"Non sussistono le condizioni giuridiche per dare asilo politico a Edward Snowden e a giudizio del governo la richiesta non è accoglibile neanche sul piano politico". Sono le parole del ministro degli Esteri, Emma Bonino, riferendo alle commissioni Affari Costituzionali, Esteri e Difesa di Camera e Senato il suo punto di vista per quanto riguarda il caso Snowden. Dal punto di vista giuridico, ha dichiarato la Bonino, "la normativa italiana e quella di molti altri Paesi prevede che la domanda di protezione internazionale debba essere presentata personalmente alla frontiera o sul territorio nazionale". Per quanto riguarda il caso Datagate Usa il ministro ha reso noto che "ad oggi non risultano elementi di spionaggio all'ambasciata italiana a Washington".
Intanto, però, Il chiarimento promesso dagli Usa sul Nsagate "non è ancora arrivato in nessuna delle capitali europee". Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri al termine di un convegno sul Made in Italy, rispondendo alla domanda di un giornalista che chiedeva precisazioni promesse da Washington all'Italia sulla raccolta di informazioni. Bonino aveva incontrato ieri sera a Villa Taverna per i festeggiamenti dell'Indipendence Day l'ambasciatore degli Usa a Roma David Thorne. Nel corso del colloquio con l'ambasciatore David Thorne a Villa Taverna, "abbiamo ribadito la nostra necessità e determinazione ad avere al più presto tutti gli elementi e chiarimenti", ha aggiunto la Bonino.

ROMA - Sulla spinosa situazione che sta vivendo l'Egitto si pronuncia anche Emma Bonino che dichiara: ''In Egitto la situazione e' in assoluto movimento. La prudenza e' la linea migliore che possiamo seguire senza precipitarci in giudizi o affermazioni su situazioni complesse che non si possono ridurre in un tweet''.
Il Ministro degli Esteri  ha poi aggiunto : "E' indubbio  che in quella parte del mondo c'é una situazione di grandissima complessità che necessita la nostra attenzione".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©