Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"Ghedini è l'uomo più vicino a Berlusconi, conosce le cose"

Caso Tarantini: Ghedini interrogato a Roma dai Pm napoletani

L'avvocato del premier contrattacca: "Solo supposizioni"

Caso Tarantini: Ghedini interrogato a Roma dai Pm napoletani
13/09/2011, 22:09

ROMA - Il parlamentare-avvocato è stato sentito dai magistrati con l'obiettivo di approfondire la circostanza - riferita anche da Tarantini nell'interrogatorio di garanzia - secondo cui Ghedini sarebbe stato a conoscenza dei soldi che Berlusconi elargiva a Gianpi tramite Lavitola. «La persona in assoluto più vicina al presidente del Consiglio - ha messo a verbale Tarantini - è l'onorevole Ghedini. Quindi credo che quando Berlusconi faccia determinati conti o cose, Ghedini sappia». «Supposizioni» le ha definite Ghedini nei giorni scorsi, ribadendolo - secondo quanto si è appreso - anche oggi ai magistrati. «Non mi sono mai occupato della contabilità personale del presidente Berlusconi» ha detto ancora il legale sottolineando che, in ogni caso «è fisiologico che un avvocato penalista possa essere avvisato dal proprio cliente di una richiesta estorsiva. Così non è stato. Ma anche se tale notizia mi fosse stata comunicata, nulla di illecito o di deontologicamente scorretto potrebbe prospettarsi». 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©