Politica / Politica

Commenta Stampa

Riforma del lavoro, strada in salita per l’esecutivo

Cassa integrazione: la Fornero frena sulle modifiche

“Nel testo del governo non se ne parla. Vedremo”

Cassa integrazione: la Fornero frena sulle modifiche
24/01/2012, 15:01

ROMA – Sulla riforma del mercato del lavoro la strada delle trattative per il governo Monti è in salita. L’ipotesi di ridurre al minimo la cassa integrazione, apportando a questa diverse e sostanziose modifiche, così come annunciato ieri dalla stampa, in realtà sarebbe una ipotesi non prevista, almeno per il momento, nel documento presentato ieri dal governo alle parti sociali. Eppure se ne parla, al punto tale da suscitarne la contrarietà di Susanna Camusso, leader Cgil, che oggi torna a ribadire come l’idea di superare la cassa integrazione sia un errore: “Non capiamo le ragioni di sottrarre uno strumento che, ci tengo a dirlo, è in gran parte finanziato dai lavoratori e dalle imprese, quindi non è un intervento ed un sussidio dello Stato”. L’argomento, inoltre, viene ripreso dal ministro del Lavoro, Elsa Fornero che appunto smentisce che nel documento sulla riforma del mercato del Lavoro, che si appresta a presentare a breve, sia prevista l’eliminazione della cassa integrazione straordinaria: “E’ stato detto che la Fornero vuole eliminare la cassa integrazione straordinaria - ha sottolineato il ministro, nel corso del suo intervento alla presentazione di un rapporto Ocse all’Istat -, non c’è scritto eliminare la cigs nel documento, e non lo so. Vedremo, ne parleremo con i sindacati”. Quelle uscite ieri dunque, viene precisato oggi, sarebbero solo indiscrezioni. Alle critiche dei sindacati, quindi, la Fornero risponde dicendo che parlare di modifiche alla cassa integrazione è prematuro. Riguardo alle tipologie contrattuali, prosegue il ministro Fornero, “non c’è l’idea del contratto unico. Non è scritto, possiamo discuterne in modo civile e ordinato”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©