Politica / Regione

Commenta Stampa

Lunedì discussione sui terreni sottratti alla camorra

Castelvolturno-Nappi: incentivi per cooperative agricole immigrati


Castelvolturno-Nappi: incentivi per cooperative agricole immigrati
18/09/2009, 14:09

L'assessore regionale all'Agricoltura Gianfranco Nappi stamani ha ricordato, durante un intervento alla Fiera del Levante di Bari, la strage di camorra che un anno fa, a Castelvolturno, ha visto la tragica uccisione di sei extracomunitari. A margine del convegno intitolato “L'Area di libero scambio euromediterranea del 2010”, Nappi ha commemorato le vittime annunciando nuove iniziative della Regione in favore delle cooperative agricole di giovani campani e immigrati.
“Oggi - dice Nappi -  ricorre un tristissimo anniversario, quello della terribile strage di Castelvolturno, che ha visto sei giovani immigrati uccisi in modo barbaro dalla camorra. Non abbiamo dimenticato e non dimenticheremo un episodio così grave, al quale le istituzioni e i cittadini hanno comunque saputo reagire, sposando col massimo impegno la lotta alla malavita organizzata. Come Regione al ricordo vogliamo aggiungere iniziative concrete sul tema della legalità e dell'integrazione. Gli extracomunitari sono da sempre una vera risorsa per l'agricoltura campana, e spesso si sono visti negare anche i diritti fondamentali. Non c'è prospettiva di modernizzazione del Mezzogiorno senza una giusta, equilibrata ma coerente politica di inclusione. 
“Lunedì prossimo incontrerò, insieme alla Fondazione Polis, i lavoratori e rappresentanti delle cooperative agricole che, anche con il sostegno dell'associazione Libera, hanno avuto l'affidamento di decine di ettari di terreno confiscato alla malavita organizzata. Li ascolteremo per aiutarli e sostenerli ancora di più. La loro esperienza  sarà utile per definire il bando al quale stiamo lavorando, attraverso cui incentivare su altri terreni confiscati alla Camorra la nascita di nuove aziende agricole e cooperative che abbiano dentro di sé il segno dell'integrazione: cooperative costituite da giovani campani e giovani immigrati”, dice Nappi.
L'incontro di lunedì mattina si terrà alle 9.30 a Castelvolturno, nelle aree confiscate al boss Michele Zaza in via Del Cigno – Località Centole. All'incontro parteciperanno diversi soggetti impegnati sul tema del recupero e riutilizzo dei beni sottratti alla malavita organizzata.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©