Politica / Regione

Commenta Stampa

Castiello (Centro per la libertà): “Avviare riflessione su candidatura De Gregorio”


Castiello (Centro per la libertà): “Avviare riflessione su candidatura De Gregorio”
06/07/2009, 15:07


 “Valuto con molta attenzione il percorso che il senatore Sergio De Gregorio sta mettendo in campo assieme ad altri esponenti dei cosiddetti partiti minori del Popolo della Libertà, che sta coinvolgendo in viste delle prossime elezioni regionali. Auspico comunque che il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro e il coordinamento regionale del Pdl convochino i rappresentanti di questi movimenti politici per recepire le nostre istanze”. Lo ha affermato Gennaro Castiello, coordinatore Centro per la libertà – Cristiano riformisti e Noi Consumatori.
“E’ stato più volte pubblicato sulla stampa il messaggio del presidente Luigi Cesaro, nel quale egli stesso diceva che nessuna lista collegata, tranne Udc e Mpa, avrebbe ricevuto incarichi in Giunta. Apprendiamo ora, sempre dalla stampa, che l’avvocato Severino Nappi, espressione dell’Udeur, sarà assessore alla Provincia. Una scelta che ci lascia perplessi perché stabilisce un regime di continuità con il passato, visto che l’Udeur in Campania è ancora collegato, in alcune amministrazioni, con il centrosinistra di Bassolino”.
“A questo punto due sono le cose: o il presidente Cesaro si è distratto e ha nominato un assessore che non doveva essere nominato, e in tal caso chiediamo le dimissioni di Nappi; oppure questo assessore è frutto di un ragionamento politico che prevede una rotazione, magari anche tramite sorteggio, di tutte le liste minori. In tal caso ne chiederemmo comunque le dimissioni, perché non siamo stati contattati per questa evenienza e in tal caso dovremmo avere il tempo per concertare il quadro”.
“Se questa scelta viene invece – ha concluso Castiello - da un’azione unilaterale da parte del Pdl, che mortificherebbe in questo modo nelle sue scelte la classe dirigente, valuterò con molta attenzione il percorso intrapreso da De Gregorio”.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©