Politica / Regione

Commenta Stampa

La sentenza del Tar dopo il ricorso di un altro candidato

Catania:verranno ricontate le schede per l’elezione sindaco


Catania:verranno ricontate le schede per l’elezione sindaco
14/01/2010, 21:01

CATANIA - Torna nell’occhio del ciclone l’elezione del sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, senatore del Pdl avvenuta oltre un anno fa. La sezione catanese del Tar ha stabilito che le schede elettorali che nel giugno del 2008 decretarono l’elezione a primo cittadino di Catania di Stancanelli con il 54 per cento dei consensi verranno ricontate e ricontrollate una per una. Il Tribunale amministrativo regionale di Catania ha accolto il ricorso di uno dei tre candidati a sindaco, Nello Musumeci. Nel corso di quelle elezioni furono annullati 13 mila voti e il ballottaggio fu evitato per il 4 per cento delle preferenze. Una situazione che ha spinto Musumeci a rivolgersi al Tar. Secondo il ricorrente, nello spoglio del voto si sarebbero verificati degli errori, in particolare nelle schede annullate. Stancanelli ottenne quasi il 54 per cento dei consensi, Musumeci il 27 per cento, mentre il parlamentare nazionale del Pd Giovanni Burtone solo il 18 per cento. Le schede nulle furono circa
13 mila e proprio quelle avrebbero potuto modificare l’esito delle elezioni, di qui la necessità di procedere al ballottaggio. Secondo gli avvocati di Musumeci, in realtà, Stancanelli non avrebbe superato la soglia del 50 per cento delle preferenze e dunque non doveva essere proclamato sindaco al primo turno, procedendo, invece, al ballottaggio tra l’esponente del Pdl e quello de La Destra — Alleanza siciliana.
Il conteggio avrà luogo in prefettura, riguarderà 300 delle 330 sezioni elettorali, interessando esclusivamente quelle per l’elezione del sindaco e non del consiglio comunale. Toccherà poi alla sezione elettorale speciale completare le operazioni di verifica disposte dal Tar di Catania entro il prossimo 8 luglio. “La decisione del Tar di ricontare le schede per l’elezione del sindaco di Catania dimostra che la nostra iniziativa era giusta - dice Musumeci - . E’ una decisione che mi rende felice e che fa giustizia. Ma quello che io desidero maggiormente è che sia rispettata la volontà degli elettori catanesi e il diritto-dovere di scegliersi il loro sindaco”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©