Politica / Politica

Commenta Stampa

La nuova legge a settembre

Catricalà: "Il canone Rai va caricato sulle famiglie"


Catricalà: 'Il canone Rai va caricato sulle famiglie'
01/08/2013, 17:26

ROMA - Brutte notizie, per le famiglie italiane. Arrivano dal viceministro dello Sviluppo economico con delega alle Tlc, Antonio Catricalà. Il quale, parlando davanti alla Commissione di Vigilanza sulla Rai, ha detto: "n Europa si va abbandonando il concetto di canone a favore di un'imposta generale sui media e questo potrebbe servire da faro di orientamento". E poi ha aggiunto: "Austria, Germania, Finlandia, Islanda, Svezia e Svizzera hanno previsto invece un canone come tassa a carico del nucleo familiare. Questo va incontro alla convergenza tecnologica perché si prescinde dal possesso dell'apparecchio per dire che si tratta di un'imposta che riguarda i media in generale. In Grecia invece il canone si paga con la bolletta elettrica: un sistema facile a dire ma difficilissimo da realizzare. Il problema è che poi questo canone deve servire a garantire il servizio pubblico. Mi sono impegnato a riaprire il tavolo sul canone però occorre prima firmare il contratto di servizio". Il riferimento è al contratto di servizio 2013-2015, che dovrà essere firmato entro la fine dell'anno. 
Nel suo intervento Catricalà ha poi specificato che la legge sul canone Rai verrà presentata a settembre

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©