Politica / Parlamento

Commenta Stampa

E’ come se il cocchiere, avesse abbandonato la carrozza

Cavalli su Manfredi Palmeri: “La Moratti e la sua ‘brutta Milano’ sempre più isolati”


Cavalli su Manfredi Palmeri: “La Moratti e la sua  ‘brutta Milano’ sempre più isolati”
25/10/2010, 14:10

Milano - Manfredi Palmeri, presidente del Consiglio comunale di Milano, ha lasciato il gruppo del PdL per aderire alla neonata formazione di Futuro e Libertà. “E’ come se il cocchiere, disgustato, avesse abbandonato la carrozza lasciando la ‘principessa’ a piedi” è il commento di Giulio Cavalli, consigliere regionale e coordinatore di Italia dei Valori per la città di Milano.

“In questi anni Manfredi Palmeri è stato l’unico esponente della maggioranza di Milano col quale, raramente, mi sono trovato d’accordo su alcuni temi. Gli va riconosciuto – prosegue Cavalli - un atteggiamento critico sull’operato della Giunta Moratti ed una sensibilità verso temi seri e centrali come quello della criminalità organizzata e della necessità di una Commissione anti mafia in Consiglio comunale”.

“La sua presa di posizione – conclude il consigliere regionale e coordinatore di Italia dei Valori per la città di Milano - isola finalmente la Moratti e il suo esercito di fedeli cortigiani nel ristretto recinto delle persone che Milano non merita più di avere alla guida della città”

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©