Politica / Politica

Commenta Stampa

La Lega protesta: "Pensare ai diritti dei padri separati"

Cdm: approvata la legge per dare ai figli il cognome della madre


Cdm: approvata la legge per dare ai figli il cognome della madre
10/01/2014, 17:11

ROMA - Il Consiglio dei Ministri di oggi ha approvato una legge che, obbedendo alla recente sentenza della Corte Europea di Strasburgo, modifica il Codice Civile nella parte in cui stabilisce come si decidere il cognome dei figli. Non più il cognome del padre obbligatoriamente, ma una scelta concordata. Insomma, saranno i genitori a scegliere se il figlio dovrà avere il cognome del padre, quello della madre o entrambi. Solo in caso di disaccordo, il cognome imposto sarà quello del padre. 
Ora naturalmente la legge dovrà passare in Parlamento e si vedrà cosa decideranno i parlamentari. Ma una voce contraria già si è sollevata, è quella di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord: "Per dare ai figli il cognome della madre (condivisibile iniziativa) su indicazione dell'Europa, Letta si è mosso al volo. Peccato che la stessa Corte Europea, tra il 2010 e il 2013, abbia sanzionato due volte i Tribunali italiani per non aver garantito i diritti dei padri separati. Ma per loro nessuno ha mosso un dito... Non è discriminazione questa? E comunque più che del cognome, mamme e papà separati o divorziati avrebbero bisogno di un sostegno economico come le Regioni Lombardia e Veneto già garantiscono da tempo. A quando un piano nazionale a sostegno dei genitori e dei loro bimbi?".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©