Politica / Parlamento

Commenta Stampa

CENTENARIO IACP NAPOLI


CENTENARIO IACP NAPOLI
23/11/2007, 12:11

Napoli:Lopa, risanamento e riorganizzazione delle funzioni amministrative in materia di edilizia residenziale pubblica

In Campania e in particolare a Napoli, c’è bisogno di una nuova legge che disciplina il nuovo ordinamento degli enti regionali operanti nella materia di edilizia residenziale pubblica al fine di garantire l'efficienza, l'efficacia e l'economicità delle funzioni amministrative attualmente esercitate dagli enti stessi e di agevolare il risanamento delle relative gestioni e la riqualificazione del patrimonio da essi amministrato. Cosi è intervenuto, il Dirigente di Alleanza Nazionale, Rosario Lopa, a margine della due giorni, organizzata dalle IACP di Napoli, per il Centenario. La Regione, ha sottolineato l’esponente del partito di Fini, in conformità ai principi si sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza sanciti dall'articolo 118 della Costituzione, dovra procedere, al termine del risanamento e alla riorganizzazione delle funzioni amministrative in materia di edilizia residenziale pubblica, mediante il conferimento delle funzioni stesse e del patrimonio destinato all'assistenza abitativa ad un unico livello di governo locale, in modo, ha ribadito Lopa, da perseguire l'omogeneità dell'attività amministrativa e la gestione unitaria del patrimonio.In qusti giorni, abbiamo messo in campo diverse iniziative associative per il settore, come: l’adesione dei giovani di AN al progetto nazionale, Azione Casa, sul portale www.Destrae.it è partita la campagna per il Mutuo Sociale e la presentazione della Associazione Casa Sociale. Che  segnalerà  gli affitti alle stelle,  e i mutui soffocanti’. E’ tempo, ha concluso il rappresentante della Destra Sociale di Alemanno,di soluzioni definitive, senza compromessi, attivandosi con una tenace campagna, in quei quartieri popolari degradati ove milioni di famiglie vivono in condizioni precarie e la povertà viene continuamente accentuate da politiche impopolari, che salvaguardano esclusivamente gli interessi di pochi grandi speculatori immobiliaristi, unici e incontrastati tiranni del mercato dell’edilizia locale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©