Politica / Regione

Commenta Stampa

Centrodestra: "Piano casa, maggioranza non esiste"


Centrodestra: 'Piano casa, maggioranza non esiste'
14/10/2009, 15:10


“La maggioranza non esiste più e non è in grado di approvare il Piano-casa né altri provvedimenti”. E’ quanto hanno affermato i consiglieri regionali del centrodestra Francesco D’Ercole, Paolo Romano, Pasquale Marrazzo, Ermanno Russo, Salvatore Ronghi e Nicola Ferraro nella conferenza stampa convocata all’indomani della seduta consiliare sul Piano-casa che si è conclusa con un rinvio a seguito della richiesta di una verifica di maggioranza formulata dal Pd in Conferenza dei Capigruppo.
“Siamo indignati per quanto accaduto ieri – ha sottolineato il capo dell’opposizione Franco D’Ercole - ; il centrosinistra, ostaggio della sinistra antagonista, sta bloccando il Piano-casa, un provvedimento atteso dai territori e al quale il centrodestra ha dato un importante e responsabile contributo allo scopo di rilanciare l’economia e dare una risposta al disagio abitativo. E’ chiaro – ha aggiunto D’Ercole – che, se la maggioranza non assumerà, nei fatti, una posizione politica chiara, il nostro atteggiamento politico dovrà inevitabilmente cambiare a cominciare dal fatto che non garantiremo più il numero legale”.
“Il Consiglio di ieri si è concluso con una nulla di fatto a causa dei conflitti interni al centrosinistra e della richiesta di rinvio del Partito Democratico” – ha ricordato il capogruppo del PdL Paolo Romano, che ha sollecitato il Pd a chiarire la propria posizione e, precisamente, “se intende continuare a dialogare con il centrodestra oppure rincorrere la sinistra antagonista ma, in questa ipotesi, deve anche dimostrare di avere i numeri in Consiglio regionale”. Per il consigliere regionale del MpA-Alleati per il Sud Salvatore Ronghi “dopo quanto è avvenuto ieri in Aula, il capogruppo del Pd Pietro Ciarlo non può più essere l’interlocutore del centrodestra perché non è stato in grado di garantire il mantenimento degli impegni assunti dal centrosinistra anche in presenza della Giunta. Da parte nostra – ha sottolineato Ronghi – ribadiamo la ferma volontà di approvare un Piano-casa utile per il territorio e per le famiglie, mentre il centrosinistra è schiavo della linea della sinistra che vuole un piano-casa beffardo ed inutile”.
“La maggioranza non ha più i numeri per andare avanti sul Piano casa ed anche sugli altri provvedimenti – ha evidenziato il consigliere regionale del PdL Pasquale Marrazzo - e, anche stavolta, chi ne pagherà il prezzo sarà la popolazione campana; infatti, tra le regioni a Statuto ordinario, solo la Campania, il Molise e la Liguria non hanno ancora un piano-casa. La responsabilità di ciò è di un centrosinistra incapace di stare in piedi e di governare e di una sinistra che, solo a chiacchiere, è dalla parte dei più deboli perché vanifica uno strumento concreto per riqualificare il territorio, per rilanciare l’economia e l’occupazione, per realizzare edilizia sociale. Anche ieri – ha proseguito Marrazzo – con due emendamenti-beffa, la sinistra e, poi, lo stesso capogruppo del Pd hanno tentato di svuotare di contenuto tutto il piano-casa che la loro stessa giunta ha proposto: insomma – ha concluso l’esponente del PdL – nonostante la grande volontà collaborativa del centrodestra, il centrosinistra non sarà in grado di garantire l’approvazione della legge della quale saremo noi a farci carico se, a seguito delle elezioni, il popolo campano ci onorerà di porci alla guida della Regione”.
“L’Udeur ha da subito evidenziato la sua volontà di pervenire in tempi brevi alla approvazione del piano-casa – ha spiegato il consigliere regionale Nicola Ferraro – ma non possiamo che constatare che la maggioranza non è in grado di garantire la praticabilità politica dell’Aula e l’approvazione del provvedimento, tanto da arrivare a presentare emendamenti ostruzionistici. Da parte nostra, confermiamo di voler dare il massimo contributo possibile al piano-casa perché è una legge importante l’economia campana e per la riqualificazione del patrimonio edilizio”.
Infine, il consigliere regionale del PdL Ermanno Russo ha rivolto un appello agli organi di informazione affinchè “chiariscano la verità politica sul piano-casa ovvero che esso rischia di essere vanificato dalle conflittualità interne di un centrosinistra che non esiste più ed anche per evitare che la maggioranza possa addebitare al centrodestra l’eventuale fallimento in Campania di una legge importante che il Governo ha voluto per ridare fiato all’economia”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©