Politica / Parlamento

Commenta Stampa

CESARO CONDANNA IL COMUNE DI NAPOLI


CESARO CONDANNA IL COMUNE DI NAPOLI
16/05/2008, 16:05

In vista del Consiglio dei Ministri che si terrà a Napoli che dovrebbe trovare una soluzione definitiva per l'emergenza rifiuti Luigi Cesaro ha descritto al meglio tale emergenza sottolineando che questa “ha definitivamente messo in ginocchio Napoli e la sua provincia" e che "Le responsabilità di questo disastro epocale, vanno addebitate alla sinistra. Il sindaco di Napoli, Iervolino, dopo aver preso accordi sulle cave di Chiaiano da adibire a sito cittadino, ha rimangiato l’intesa”. “Napoli, nel frattempo, continua a non avere un piano di raccolta differenziata. Il che – aggiunge il parlamentare - contribuisce notevolmente all’emergenza di questi giorni. Colpa di una maggioranza allo sbando e di un sindaco alle prese con le divisioni del Pd. Il risultato è stato una notte dei fuochi che ha dato la stura a bande di delinquenti che hanno incendiato cassonetti e spazzatura, facendo strame del vivere civile a Napoli. Così come sui campi Rom, il centrosinistra campano, con Bassolino in testa, riesce solo a produrre chiacchiere e consulenti, lasciando le popolazioni che dovrebbe amministrare in balia di se stesse. I guasti di questa politica sono sotto gli occhi di tutti”.
“Il Popolo delle Libertà conscio della responsabilità che ha avuto dagli elettori, si impegna a fornire a breve, con la venuta di Silvio Berlusconi a Napoli, strumenti per porre fine a queste ignobili emergenze. Nel frattempo – conclude Cesaro - i nostri gruppi consiliari sono impegnati tutti in una azione politica che si concluderà solo quando la Campania sarà liberata da questa banda di dilettanti allo sbaraglio, che hanno fatto dell’occupazione del potere il loro unico lavoro”.

 

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©