Politica / Regione

Commenta Stampa

Chiosi e Librino su Sfregio sulla facciata del Palazzo Serra di Cassano


Chiosi e Librino su Sfregio sulla facciata del Palazzo Serra di Cassano
29/03/2011, 16:03

<<Da alcuni giorni - denunciano il Presidente Chiosi ed il Consigliere Librino - sulla storica e vincolata facciata di Palazzo Serra di Cassano, in Via Monte di Dio, è stata prodotta un'apertura al piano terra, dove vi era una finestra con griglia e muretto, ed è stato apposto un orribile cancello con ante di metallo chiuse.
I residenti - spiegano i due esponenti della Municipalità - ci hanno segnalato questa anomalia ed abbiamo provveduto subito ad inviare la Polizia Locale e l'Unità Sicurezza Urbana della Municipalità, per le verifiche del caso. Ebbene, con nostra grande sorpresa, abbiamo appreso che il tutto era stato autorizzato da un nulla osta della Soprintendenza!
Ci domandiamo - continuano Chiosi e Librino - come sia possibile che le vestali della Soprintendenza, pronte sempre a strapparsi i capelli quando si tratta di bocciare senza se e senza ma l'asfalto al posto dei cubetti su importanti strade municipali, questa volta abbiano espresso un parere positivo per uno scempio di tal genere. E' davvero molto strano che si sia consentito di operare in tal modo, sfigurando la facciata del Palazzo Serra di Cassano. Ricordiamo che quando vi fu la sistemazione dei cassonetti ASIA lungo Via Monte di Dio, alcuni soloni protestarono perché dinanzi a quel palazzo non dovevano essere ubicati i cassonetti.
Questa - concludono Chiosi e Librino - è materia da Procura della Repubblica. Vogliamo vederci chiaro perché non è possibile che la Soprintendenza usi due pesi e due misure e che, spesso, blocchi importanti progetti sia del Comune che dei privati. Se leggi, criteri, usi e norme vi sono, devono essere uguali per tutti>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©