Politica / Napoli

Commenta Stampa

Chiosi: "proposte alternative per ZTL Chiaia"


Chiosi: 'proposte alternative per ZTL Chiaia'
23/04/2012, 12:04

<<Le proteste di queste ore per i nuovi dispositivi di traffico a Chiaia - dichiara il Presidente Chiosi - sono il segnale di un malessere concreto, reale, e che nasce anche dal mancato confronto dell'amministrazione comunale con il territorio, riguardo provvedimenti così ampi.
Per quanto mi riguarda - spiega Chiosi - formalizzerò una proposta alternativa all'amministrazione comunale, che tenga conto di quelle che sono le esigenze delle attività produttive e dei residenti della Municipalità.
Via Caracciolo, ad esempio, potrebbe essere pedonalizzata per sempre nel tratto parallelo al Viale Dohrn, consentendo così una viabilità alternativa ed avanzando sino al mare il verde pubblico. Via Partenope potrebbe essere pedonalizzata nei fine settimana e durante i giorni di festa. Questo perché durante la settimana è effettivamente vuota. Andrebbe anche rivista la scellerata decisione di bloccare il progetto del parcheggio sotto Piazza Vittoria. Inoltre andrebbe garantito ai residenti di Posillipo l'accesso per il transito all'interno della ZTL, visto che il quartiere non ha infrastrutture di trasporto ed è servito, peraltro malissimo, da una sola linea bus. Insomma piccoli correttivi, di buon senso, che possano trasformare la ZTL in una vera opportunità di recupero della vivibilità, visto che il lungomare pedonalizzato è oggettivamente molto bello e va riempito, però, di attività di aggregazione.
Dal canto nostro - continua Chiosi - stiamo per installare le telecamere a presidio della ZTL Chiaia interna, che comprende Via Morelli, Via Santa Caterina, Via Filangieri, Via dei Mille e l'area dei vicoletti. Quest'ultima (vicoletti) andrà completamente liberata da ogni sorta di veicolo (esclusi ovviamente i residenti) e sarà presidiata da telecamere intelligenti. Inoltre grazie alle tecnologie che installeremo, sarà libero l'accesso ai parcheggi della zona senza alcun problema.
Mi auguro - conclude Chiosi - che l'amministrazione sia aperta al confronto, non solo a parole e senza preclusioni ideologiche, così come che trasmetta immediatamente gli atti al Consiglio della Municipalità per le valutazioni ed i pareri del caso, previsti dal Regolamento>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©