Politica / Politica

Commenta Stampa

Sesta votazione: incertezza sulle decisioni di Pd e Pdl

Ci sarà un Napolitano Bis

Qualora non funzionasse, Pdl avanza proposta di E. Letta

Ci sarà  un Napolitano Bis
20/04/2013, 14:50

Aggiornamento ore 14.50

ROMA - Giorgio Napolitano, sfidando la regola non scritta che vieta il secondo incarico al Presidente della Repubblica, si ripresenta candidato. DOpo aver parlato questa mattina con i leader di Pd, Pdl, Lega e con Monti, ha accettato di essere il candidato su cui concentrare i voti. Lo dice lui stesso in una nota: "Mi muove in questo momento il sentimento di non potermi sottrarre a un'assunzione di responsabilità verso la nazione, confidando che vi corrisponda una analoga collettiva assunzione di responsabilità". 
Alle 15 inizierà il voto e si vedrà il risultato. Mentre è attualmente in corso una riunione sia dei deputati del Pd che di quelli del Pdl per decidere cosa fare.
Intanto sembra che il Pdl stia preparando una carta di riserva per ogni evenienza, proponendo al Pd di concentrare i voti su Enrico Letta. 



Aggiornamento ore 13.40
ROMA - Alcune fonti parlamentari confermano che Pier Luigi Bersani ha chiesto la disponibilità di Napolitano ad una sua rielezione.“Napolitano non avrebbe chiuso la porta ma avrebbe chiesto una serie di garanzie: prima fra tutte che l'accordo tra le forze politiche non sia limitato al solo suo nome ma sia legato a doppio filo ad un’intesa sul prossimo governo”.




ROMA - Le cose si complicano sempre di più e le prospettive per la quinta votazione per  eleggere il  Presidente della Repubblica, non sono rosee.  Sembra, infatti, si profili l'ennesima fumata nera. Sia il Pd che il Pdl pare voteranno  scheda bianca. Questo per guadagnare tempo e per riuscire ad individuare un nome condiviso dopo il fallimento della proposta di Prodi come capo dello Stato. In giornatai Mario Monti parlerà ai giornalisti per spiegare, poi,  l'orientamento di Scelta Civica:
“Votare scheda bianca per favorire un rasserenamento del clima, mantenendo la volontà di far convergere sulla Cancellieri (che venerdì ha ottenuto 78 voti,9 inpiù di quelli dei deputati e senatori montiani) la scelta degli altri partiti”. Ha dichiarato il Professore.
Molti presumono che il Pd avanzerà una proposta a Napolitano: ricandidarsi. Ma Napolitano è stato chiaro sulla volontà di non averne alcuna intenzione. Sel, dal canto suo, fa sapere il capogruppo Gennaro Migliore pensa che:
“In campo restano Rodotà. Non vediamo altre candidature”.

Commenta Stampa
di Titti Alvino
Riproduzione riservata ©