Politica / Regione

Commenta Stampa

Ciarlo:troppe coincidenze in campagna elettorale


Ciarlo:troppe coincidenze in campagna elettorale
29/04/2009, 15:04

Secondo Pietro Ciarlo, capogruppo del Pd in Consiglio regionale della Campania, "troppe coincidenze stanno caratterizzando questa campagna elettorale. Nel momento in cui matura la candidatura di Angelo Montemarano, filtra una vecchia notizia giudiziaria priva di effettivo rilievo, ma comunque suggestiva per l'opinione pubblica. Non appena Andrea Cozzolino scioglie le sue riserve sulla candidatura alle Europee, si ha notizia di un'altra inchiesta che coinvolge lui e Gianfranco Nappi". "Infine, sempre sui giornali di oggi - aggiunge - si apprende qualcosa che ha dell'incredibile: i carabinieri sono andati nella sede della Regione a sequestrare le delibere con le quali sono stati nominati i commissari delle ASL. Dunque, in base alle notizie di stampa, sembrerebbe che i carabinieri, su delega della Procura della Repubblica, nell'esercizio delle funzioni di polizia giudiziaria, siano andati a sequestrare atti pubblici da chiunque conoscibili". "I direttori generali, come è loro diritto - evidenzia Ciarlo - hanno impugnato dinanzi al giudice amministrativo le nomine dei commissari. Cosa abbia a che vedere la pretesa illegittimità di questi atti amministrativi con ipotesi di reato e sequestri di polizia giudiziaria di carte accessibili a tutti, resta incomprensibile. Nessuno deve dimostrare la propria innocenza. E' l'accusa che deve provare le colpe. Difendo i candidati del mio partito, difendo Montemarano, Cozzolino, Nappi e il Partito Democratico". "La magistratura - conclude Ciarlo - è il baluardo contro la criminalità organizzata e l'illegalità. Non vorrei che si delegittimasse da sola, prestandosi a strumentalizzazioni mediatiche. Guardi dappertutto, c'é molto da vedere".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©