Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Per il candidato Premier non potranno essere indette

Cicchitto e Quagliariello presentano la legge sulle primarie

Una norma per prevenire il rischio di risultati falsi

Cicchitto e Quagliariello presentano la legge sulle primarie
17/06/2011, 18:06

La proposta di legge sulle primarie del Pdl è stata depositata sia alla Camera che al Senato e va sotto il nome di Fabrizio Cicchitto e Gaetano Quagliariello. Secondo quanto stabilito, per poter partecipare alla primarie sarà necessario essere iscritti al partito che le indice o essere sostenitori del partito. In questo ultimo caso sarà necessario essere inscritti in uno specifico registro.
Il Pdl ha inoltre specificato che la primarie potranno essere utilizzate solo per scegliere i candidati alle nomini per cui è previsto un’elezione diretta come nel caso della nomina di: Sindaco, presidente della Provincia e presidente della Regione. Quindi le Primarie non potranno essere richiamate per la scelta del candidato Premier.
Cicchitto e Quagliariello hanno spiegato che tale prescrizione temporale “in combinato disposto con la norma che prevede la presentazione delle candidature tra il quarantesimo e il trentesimo giorno precedente alla consultazione, è finalizzata a scongiurare il rischio di risultati falsati o inquinati. Un organismo pubblico, nella fattispecie la cancelleria del tribunale territorialmente competente, verifica la regolarità degli elenchi degli aventi diritto al voto e si accerta che nessun cittadino sia contemporaneamente iscritto a più di un elenco per la medesima scadenza elettorale"
Le regole quindi sono state già stabilite e comunicate. Il testo prevede che le primarie debbano avere luogo entro il sessantesimo giorno prima del giorno delle elezioni. Come già precisato potranno votare e candidarsi alle primarie solo gli iscritti al partito e quei cittadini sostenitori che abbiano provveduto ad inserirsi all’interno di un apposito registro almeno entro sessanta giorni prima dello svolgimento delle primarie. Ad affiancarsi a tali requisiti la necessità di munirsi di un “regolamento e di una commissione elettorale relativa all'ambito territoriale interessato» , comunicano Cicchitto e Quagliariello.


Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©