Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Parla il caprogruppo PDL alla Camera

Cicchitto: "Il Pdl vuole tre cambiamenti nel sistema Giustizia"

"Politica di Giustizia al di là delle ipotesi di sfiducia"

Cicchitto: 'Il Pdl vuole tre cambiamenti nel sistema Giustizia'
18/08/2012, 12:24

ROMA - Tre idee per cambiare la Giustizia italiana. Le propone il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, rispondendo alle parole del Presidente del Consiglio, Mario Monti. ''Dopo quello che ha detto ieri il Presidente Monti - ha detto Cicchitto - la politica della Giustizia, che viene ad avere un momento di confronto assai importante al Senato, deve certamente andare al di là sia delle ipotesi di sfiducia individuali sia anche della riproposizione della fiducia come avvenne alla Camera in modo da bloccare il confronto di merito. A nostro avviso entrambe queste strade portano solo a binari morti. Riproponiamo il trittico: una incisiva legge sulle intercettazioni, del resto invocata anche dal Presidente del Consiglio, la riscrittura di alcuni aspetti della legge sulla corruzione e di alcun aspetti della legge approvata dalla Camera sulla responsabilità civile dei giudici. Poi vanno esaminate eventuali nuove idee su altre questioni''. Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera, continua: ''Come si vede esistono i termini di una mediazione seria e globale su tutte le questioni sul tappeto. C'è poi una questione non riguardante la legislazione sulla quale la Severino deve dare una risposta convincente: perchè dal 26 maggio al 3 agosto non c'è stata alcuna iniziativa del ministro di Grazia e Giustizia contro le gravissime e irregolari azioni che nelle carceri stavano svolgendo gli onorevoli Sonia Alfano e Lumia addirittura surrogando o sostituendo la magistratura inquirente. Per di più emerge un altro profilo di irregolarità perchè, come è noto, anche nel rapporto con gli imputati in carcere i magistrati devono sempre coinvolgere gli avvocati difensori, cosa che sembra non sia avvenuta in un incontro tra Provenzano e Ingroia''.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©