Politica / Parlamento

Commenta Stampa

CICCIANO: ARRIVA IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI


CICCIANO: ARRIVA IL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI
12/11/2008, 10:11

 

Il Consiglio comunale di Cicciano ha approvato all’unanimità il regolamento per l’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi. Il progetto, voluto fortemente dal presidente del Consiglio Comunale Francescantonio Galasso, è stato anche “vistato” dai direttori scolastici dei tre istituti di Cicciano. Il regolamento, che consta di 20 tra articoli e disposizioni finali, è una novità assoluta per Cicciano. La nascente istituzione prevede un consiglio comunale, sulla falsariga di quello degli adulti, di 20 consiglieri, una giunta di 6 assessori ed un baby sindaco. Il civico consesso può formulare proposte e interrogazioni in merito ad ambiente e verde pubblico ed al territorio con particolare attenzione al miglioramento e alla sostenibilità degli spazi urbani, prevenzione e sicurezza, sport, tempo libero, cultura e spettacolo, tematiche sociali e rapporti con l’associazionismo, pubblica istruzione; solidarietà e assistenza e pubbliche relazioni. Il civico consesso dei ragazzi quindi sarà composto da 20 membri di tutte le scuole di Cicciano. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi, che durerà in carica 2 anni, inoltre potrà richiedere alPresidente del Consiglio di porre all’ordine del giorno del Consiglio Comunale di Cicciano un preciso argomento per la relativa discussione. Dice il presidente del Consiglio Comunale Francescantonio Galasso: “Nell’ambito del programma amministrativo atto a sviluppare la coscienza civica dei cittadini per cercare di favorire la partecipazione dei ragazzi alla vita collettiva nonché una idonea crescita culturale dei giovani nella piena e naturale consapevolezza dei diritti e dei doveri civici, verso le istituzioni e verso la comunità, abbiamo deciso di istituire il Consiglio Comunale dei Ragazzi. Rappresenterà la collettività dei giovani di Cicciano in età di scuola dell’obbligo. L’attività del civico consesso dei Ragazzi sarà finalizzata ad educare alla democrazia e alla partecipazione aprendo un dialogo e un confronto con il mondo degli adulti: qui, i ragazzi saranno cittadini protagonisti”. Il sindaco Giuseppe Caccavale commenta: “Il Consiglio Comunale dovrà essere un luogo dove i nostri ragazzi si riuniscono per esprimere le loro opinioni, confrontare le loro idee, discutere liberamente nel rispetto delle regole. In un periodo storico dove la politica ha bisogno di forze fresche e motivate questa potrebbe essere una palestra importante e un’esperienza stimolante per capire anche come sono composte le istituzioni”.
Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©