Politica / Napoli

Commenta Stampa

Cimiteri, Atduc: "Che fine ha fatto il Parco della memoria annunciato nel 1995?"


Cimiteri, Atduc: 'Che fine ha fatto il Parco della memoria annunciato nel 1995?'
28/02/2012, 13:02

“Che fine ha fatto il Parco della memoria annunciato dal Comune nel 1995? Sono passati 17 anni, ma quel progetto è rimasto sulla carta con la scusa del vincolo paesaggistico che esiste sulla struttura cimiteriale di Poggioreale”. Lo dichiara in una nota Vincenzo Ricciardi, presidente dell’Atduc (Associazione di tutela dei diritti degli utenti cimiteriali). “Il progetto – spiega Ricciardi – doveva completare il piano regolatore cimiteriale della città con quattro nuove aree di ampliamento degli impianti esistenti, per ulteriori 136mila metri quadri. Invece oggi, dopo quasi vent’anni, ci ritroviamo una struttura sulla collina di Poggioreale che comprende, tra l’altro, il cimitero Monumentale, dei Colerici, di Santa Maria del Pianto, quello Ebraico, della Pietà e infine il cosiddetto Nuovissimo. Un’ampia area che versa nel degrado e nell’abbadono, dove non c’è alcuna sicurezza per i visitatori e dove insistono numerose barriere architettoniche per i disabili che chiediamo con urgenza di abbattere, dato il grande afflusso di utenti ogni giorno (sono circa 50 le pratiche burocratiche avviate per ciascun deceduto)”. “Il Comune – conclude Ricciardi – con la scusa del vincolo della Soprintendenza sull’intera area continua a lasciare il cimitero in condizioni pessime per la tutela e la sicurezza degli utenti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©